CURIOSITA’: quelle scaramucce tra il Presidente del Palermo e Tacopina…

0
3917

Mentre prosegue la trattativa per il passaggio di proprietà del Calcio Catania a Joe Tacopina, rispolveriamo una curiosa querelle scoppiata tra l’attuale Presidente del Palermo Dario Mirri e Tacopina, quando quest’ultimo aveva manifestato interesse nei confronti della società rosanero. Lo scorso mese di giugno, Mirri affermò: “Quando seppi dell’interesse di Tacopina tramite un avvocato che mi convocò a Roma, dopo 5 minuti l’ho ringraziato e sono andato via. A livello d’impresa non credo sia stato un gran vantaggio per Roma, Bologna e Venezia l’ingresso di Tacopina. A Venezia hanno fatto un investimento di quasi 35 milioni di euro e vediamo come finirà la stagione. Tony Di Piazza voleva invitare Tacopina a seguire una partita del Palermo, io dissi che non era utile e la società non fosse in alcun modo interessata a coltivare la proposta di Tacopina”. 

Non si fece attendere la risposta dell’avvocato italo-americano, diffondendo una nota alla testata mediagol.it:

“Quando ho sentito le parole di Mirri sul mio conto non ho potuto che sorridere. Non è la prima volta che mi vedo tirato in ballo da questa persona e sino ad oggi avevo deciso di non intervenire in una querelle che riguarda lui e Di Piazza. I miei record, che evidentemente non conosce, parlano da soli. Ho portato milioni di dollari nel calcio italiano tra Roma, Bologna e Venezia. Tre squadre che dopo l’ingresso dei capitali americani da me introdotti hanno visto crescere esponenzialmente il loro valore e sono oggi club solidi e presi come modello di business da molti altri. Il Bologna era stato retrocesso in serie B e da presidente l’ho riportato subito in serie A. Quando ho preso il Venezia la società era in bancarotta, veniva da diversi fallimenti ed in 2 stagioni siamo tornati in serie B come promesso. La AS Roma è stata recentemente trattata a valori che mai si sono visti nel calcio italiano”.

Scaramucce, dunque, tra l’avvocato statunitense – che mercoledì non sarà allo stadio per assistere al derby – e l’attuale numero uno del Palermo, che ha rifiutato di trattare la cessione dei rosa a Tacopina.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***