CATANIA: mercato con la calcolatrice in mano, ma la squadra non sarà un supermarket

0
2030

Da tempo s’ipotizza una lunga serie di cessioni in seno al Catania nell’ottica di risparmiare sui costi di gestione, così da agevolare il compito dei curatori fallimentari nel corso dell’esercizio provvisorio che il Tribunale ha autorizzato fino al 28 febbraio. Dopo l’incontro tenutosi a Torre del Grifo con il Direttore dell’Area Sportiva Maurizio Pellegrino, squadra, staff tecnico e curatori pare, invece, che la situazione economica non determinerà provvedimenti così drastici. Qualche movimento in uscita sarà inevitabile ma, rispetto alle numerose richieste pervenute per diversi calciatori presenti nella rosa di Francesco Baldini, potrebbero non registrarsi così tante cessioni come si poteva ipotizzare.

Qualcuno ha chiesto espressamente di andare via, altri proveranno a rimodulare il proprio contratto, altri ancora lasceranno Catania per esigenze di bilancio ma la sensazione ricavata è che non dovrebbe esserci alcuna smobilitazione. Capiremo meglio nei prossimi giorni le strategie di mercato di Pellegrino che, naturalmente, dovrà anche assicurarsi di rimpiazzare i partenti. Contatti avviati in questo senso con società di Lega Pro e categorie superiori per portare in Sicilia calciatori in prestito o, comunque, a condizioni particolarmente vantaggiose. E’ chiaro che qualsiasi operazione andrà effettuata senza generare passività. Fare mercato con la calcolatrice in mano non sarà il massimo della vita, ma il Catania non dovrebbe essere un supermarket come temuto da più parti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***