PARI E PATTA: il Catania torna da San Cataldo con un punto

0
375

Il Catania non va oltre il risultato di parità sul terreno di gioco del “Valentino Mazzola”, in occasione della 14/a giornata del campionato di Serie D. Partita non bella ma molto combattuta e carica di agonismo quella vista a San Cataldo, specialmente nel corso della prima frazione.

Nei secondi quarantacinque minuti, complici anche i cambi, il Catania prende maggiormente campo senza però costruire delle trame di gioco davvero importanti. Merito sicuramente di una Sancataldese ben messa in campo e molto aggressiva che ha imbrigliato con tutti i mezzi a propria disposizione la truppa etnea. Catania dunque che prolunga l’astinenza da vittorie lontano dalle mura amiche adesso salita a tre turni consecutivi.

CRONACA

Primo Tempo

In una prima frazione molto maschia e (troppo) carica di agonismo è la Sancataldese a passare in vantaggio con Zerbo che sfrutta nel migliore dei modi un velenoso inserimento di Xepapadakis battendo da sotto misura Bethers (8’). Prova a reagire immediatamente il Catania ma la conclusione dal limite di Vitale non sortisce gli effetti sperati (12’). Al minuto 22 l’Elefante agguanta il pareggio. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo Lodi pesca tutto solo in area Rapisarda il cui colpo di testa però si infrange clamorosamente sulla traversa. Sulla ribattuta si avventa Vitale il quale, sempre di testa, trova la parte bassa dei legni prima dell’intervento decisivo di Somma che, con la punta del piede, spedisce la sfera poco oltre la linea di porta. Verso la mezz’ora è invece Castellini a non trovare lo specchio della porta da buona posizione. L’eccessivo carico di tensione decreta un finale di frazione molto concitato nel quale tra gli altri viene ammonito Giovinco (da bordo campo) ed espulso l’allenatore verdeamaranto Infantino.

Secondo Tempo

Ad inizio ripresa mister Ferraro decide di rimpolpare il dinamismo della squadra inserendo Palermo, Giovinco, Chiarella e Jefferson al posto di Lodi, Sarno, Forchignone e Sarao. Nonostante i cambi i rossazzurri faticano ad imbastire azioni degne di nota e così, direttamente da calcio piazzato, la Sancataldese tenta il colpo a sorpresa ma Baglione sbaglia completamente la conclusione (69’). Al minuto 75 Garzia tenta la palombella al volo ma Bethers, ben posizionato, blocca la sfera senza problemi. A 10’ dalla fine Rapisarda, di testa, sfiora la rete spedendo poco oltre la traversa il pericoloso traversone di Castellini. In pieno recupero (90’+1) Chiarella spreca un’ottima occasione non trovando lo specchio della porta. Al termine dei cinque minuti di recupero a festeggiare è soltanto la squadra di casa per essere riuscita ad imbrigliare la formazione di mister Ferraro, rea di non aver costruito importanti occasioni da rete nel corso di tutti i novanta minuti di gioco. Catania che adesso tenterà di conquistare l’intera posta in palio Domenica prossima allo stadio “Massimino” contro il Real Aversa (ore 14:30).

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***