LA GAZZETTA DELLO SPORT: “Bocic patrimonio che deve costituire lo zoccolo duro”

0
940
foto Catania FC

La rapidità negli ultimi venti metri, l’età che gioca a suo favore perchè Milos Bocic, 23 anni, attaccante serbo emerso dal florido vivaio dell’Udinese già nel 2016 è uno dei quei talenti che, come dice il tecnico livornese Lucarelli, è “un patrimonio che deve costituire lo zoccolo duro di un organico che non bisogna stravolgere: sei o sette elementi devono effettuare un percorso lungo perchè cambiare ogni anno tutta la squadra non porta ai risultati”, si legge nell’edizione Sicilia e Calabria de La Gazzetta dello Sport.

Insomma, Bocic è un talento che il club rossazzurro sta valorizzando. “Dodici presenze, metà vissute da titolare, le uniche due gare saltate per squalifica (Latina, Juve Stabia) a seguito del rosso ingenuo beccato a Caserta laddove la squadra vinceva 4-0. Bocic si è saputo rialzare segnando al suo rientro un gol in Coppa Italia contro il Messina”, riporta il quotidiano che ha evidenziato anche le parole rilasciate ieri dal ragazzo al termine dell’allenamento.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***