STURARO: “Saremmo degli stupidi se staccassimo la spina adesso. Più sprint e fiducia”

0
2310
foto Catania FC

Ai microfoni di Rai Sport il centrocampista e capitano del Catania Stefano Sturaro spera che la vittoriosa prestazione in Coppa Italia possa dare la giusta spinta alla squadra per risollevarsi in campionato. Ecco le parole di Sturaro evidenziate:

“Abbiamo vissuto una serata meravigliosa, meritatamente perchè ci teniamo davvero tanto. Siamo i primi ad essere mortificati quando le cose non vanno bene perchè cerchiamo tutti i giorni una soluzione per fare meglio. E’ stata una serata particolare ma non dobbiamo farci ingannare. Bisogna rimettersi a lavoro perché siamo ancora in una situazione difficile. Questa serata magica ci ha dato la possibilità di saltare un bel pezzo di playoff e ce la godiamo, ma se adesso pensiamo di staccare la spina e rivederci poi a maggio saremmo degli stupidi. Dobbiamo far finta di non avere fatto nulla, giocandoci un posto nei playoff in campionato, inseguendo quest’obiettivo. Poi a fine campionato vediamo dove saremo in classifica”.

“Io ogni giorno mi metto a disposizione di mister, squadra e tutte le persone che lavorano con noi. Cerco di dare l’esempio, di alzare un pochino l’asticella. Ma non sono io a dare un giudizio su me stesso, io mi limito a dare il massimo e basta. So di non essere ancora al 100% della condizione. Non voglio trovare alibi ma cambiare così tanto non semplifica la situazione, dobbiamo cambiare le cose tutti insieme. Il nostro allenatore ha avuto una intuizione giusta per cercare di riempire di più la zona offensiva”.

“Il nostro campionato è partito a fine gennaio, siamo molto in ritardo rispetto a squadre che hanno fatto una preparazione di due mesi e si vede, dobbiamo bruciare le tappe e serate come quella contro il Rimini ci aiutano a trovare sprint e fiducia. Stiamo lavorando per acquisire certezze perché siamo in tanti nuovi, veniamo da realtà differenti, non stiamo tutti bene fisicamente, ci sono giocatori che hanno lavorato con allenatori che avevano altre idee. E’ più un aspetto mentale il nostro, ricerchiamo le basi di lavoro. Siamo mancati in questo senso, lo sappiamo, lavoriamo ogni giorno per cercare di fare uno step successivo sul piano mentale”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***