VERSO AVELLINO-CATANIA (Video): all’andata rossazzurri fragili e poco reattivi

0
106
foto Catania FC

Catania e Avellino di nuovo avversarie in questa stagione dopo lo 0-2 maturato nella gara d’andata del girone C di Serie C- Era il 29 ottobre e fu crisi apertissima in casa rossazzurra. Vittoria meritata per la formazione biancoverde contro una squadra, quella di Tabbiani, deludente su tutti i fronti. Fragile caratterialmente, poco reattiva nelle gambe e nell’atteggiamento, facilmente prevedibile, priva di idee e che ha fatto davvero poco per impensierire gli irpini. L’Avellino voleva la vittoria ed è arrivata, senza strafare ma con il giusto mix di sacrificio e cattiveria agonistica, giocando con la serenità mentale di chi vola sulle ali dell’entusiasmo.

Inevitabile la contestazione del pubblico a fine partita, ma anche a tratti nel corso della gara. Eloquente lo striscione esposto dalla Curva Sud (“Tabbiani via subito”) dopo il gol dello 0-1 firmato da Marconi al 9′ direttamente su calcio di punizione (con una leggera deviazione della barriera). Nel primo tempo il Catania ha tentato, a sprazzi, di farsi vivo nell’area di rigore avellinese. Clamorosa, al 20′, l’occasione sprecata da Mazzotta da posizione favorevolissima. Ancor più clamoroso al minuto 26 l’episodio del rigore fallito da Chiricò, con il tiro respinto da Ghidotti in corner.

Nella ripresa l’Avellino, sostanzialmente, si limita a svolgere il compitino. Gli ingressi di Castellini, Chiarella, Sarao, Lorenzini e De Luca non danno alcuna scossa ad un Catania che attacca con scarsa convinzione e poca lucidità. Il raddoppio avellinese si concretizza al 69′: contropiede, cross basso da destra di Sgarbi per Gori che non sbaglia a tu per tu con Bethers. Il pubblico contesta con ancora più veemenza. “Pelligra alza la voce”, “Giocatori senza co…” sono solo alcuni dei cori delle curve, con annesso lancio di fumogeni in campo dalla Sud. Allo scadere dei 5′ di recupero, i rossazzurri raccolgono i fischi di tutto lo stadio rientrando a testa bassa negli spogliatoi. Fa festa, invece, l’Avellino che non vinceva a Catania da ben 75 anni.

VIDEO: gli highlights della partita

IL TABELLINO

MARCATORI: 9′ Marconi, 69′ Gori
CATANIA (4-3-3): Bethers; Rapisarda, Quaini (76′ Lorenzini), Curado, Mazzotta (67′ Castellini); Zammarini, Ladinetti (73′ Chiarella), Rocca; Chiricò (77′ De Luca), Dubickas (73′ Sarao), Bocic.
A disp. di Tabbiani: Albertoni, Bouah, Silvestri, Lorenzini, Maffei.
AVELLINO (3-5-2): Ghidotti; Cancellotti, Benedetti (18′ Palmiero), Mulè; Sannipoli (62′ Falbo), Varela, Armellino, Pezzella (77′ D’Angelo), Ricciardi (77′ Dall’Oglio); Sgarbi, Marconi (61′ Gori).
A disp. di Pazienza: Pane, Pizzella, Casarini, Tozaj.
ARBITRO
: Emanuele Frascaro (Firenze)
Assistenti: Marco Porcheddu (Oristano) e Luca Landoni (Milano)
Quarto ufficiale: Quarto ufficiale Davide Cerea (Bergamo)
AMMONITI: Sannipoli, Bocic, Quaini, Curado, Armellino, Ladinetti, Rocca, Sarao
ESPULSI:
NOTE: 5′ di recupero s.t.; 3′ di recupero p.t.; al 26′ Chiricò fallisce un calcio di rigore

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***