CATANIA: la prestazione dei neo acquisti in campo ad Ischia

0
186
Ischia vs Catania

Quattro dei calciatori acquistati dal Catania nel mercato di gennaio sono scesi in campo sabato pomeriggio allo stadio Mazzella per affrontare l’Ischia Isolaverde. Trattasi di Domenico Di Cecco, Matteo Pessina, Arturo Lupoli ed Axel Gulin. Il contributo dei quattro rossoazzurri non è stato sufficiente ai fini del conseguimento di un risultato positivo per il Catania in terra campana.

L’esperto centrocampista prelevato dal Lanciano ha fatto registrare passi indietro rispetto alle precedenti apparizioni. Nel primo tempo si limita a svolgere il compitino giostrando da mezzala; nel corso della ripresa, invece, fa il mediano nel 4-2-4 di Pancaro non riuscendo ad entrare nel vivo del gioco, se non a sprazzi.

Da questo punto di vista meglio il giovane Pessina. Il ragazzo di proprietà del Milan, al di là della giovane età, ha evidenziato personalità ed una buona capacità di gestire il possesso della sfera. Ad inizio ripresa Pancaro lo sostituisce mettendo dentro Lupoli. Non una bocciatura ma una scelta di natura tattica, come l’ha definita lo stesso allenatore.

A proposito di Lupoli, l’attaccante acquistato dal Pisa si è impegnato cercando di trovare il guizzo giusto per aprire l’attenta difesa ischitana. Tuttavia, ad avere la meglio, è stata la retroguardia gialloblu. Da pochi giorni si allena con la squadra, gli serve tempo per assimilare i meccanismi di gioco del Catania.

Nel corso della ripresa Pancaro si è giocato anche la carta Gulin. Il ragazzo classe 1995, dalla statura ricorda vagamente il ‘Papu’ Gomez. Inizialmente ha vivacizzato un pò la manovra d’attacco ma poi, anche lui, si è spento. Lodevole, comunque, la generosità messa in campo da Gulin. Giusto non caricarlo di eccessive responsabilità ma anche lui può tornare utile da qui alla fine del campionato.