PELLE’: “Non volevo offendere Neuer, non sono nessuno”

0
491
Graziano Pellè

Ha fatto tanto discutere l’episodio del penalty fallito da Graziano Pellè in occasione della partita Italia-Germania persa dagli azzurri agli Europei. L’ex attaccante del Catania ha fatto alcune precisazioni:

“Non volevo mancare di rispetto a Neuer. Volevo ingannare il portiere della Germania: vedevo che saltellava e si muoveva prima di ogni esecuzione e che quando si tuffava negli angoli sembrava sempre volare. Mimando lo scavetto ho tentato di tenerlo fermo. Non mi importa se l’Europeo è andato bene: sono triste e chiedo scusa a tutta l’Italia, ai compagni, al mister, ai tifosi, a tutti quelli che mi vogliono bene. Avrei dovuto fare soltanto una cosa: segnare quel rigore. Se l’avessi fatto sarei diventato un fenomeno. Ma ho sempre dato tutto per questa maglia. Sono arrivato all’Europeo che non ero nessuno e continuerò a non essere nessuno”.