PEPPE DI STEFANO (Sky): “Catania, regalato un tempo al Trapani e la squadra non ha dato veramente tutto. Ora bisogna ricompattarsi, l’ambiente deve essere unito”

0
189
Peppe Di Stefano, Sky

Intervenuto telefonicamente ai microfoni di Globus Television, il giornalista catanese di Sky Peppe Di Stefano analizza la sconfitta del Catania maturata contro il Trapani. Ecco quanto evidenziato da TuttoCalcioCatania.com:

“Il Catania ha sprecato due grandi occasioni. Ieri si è giocato la finale per il secondo posto, precedentemente quella per la vetta contro la Juve Stabia, quantomeno pareggiando. Forse questa squadra non è all’altezza del primo posto. Troppe occasioni fallite in casa. Resta il fatto che, secondo me, il Catania arriva ai Play Off da favorito. Il girone meridionale è totalmente diverso rispetto agli altri. Se una squadra del Nord si presenta al ‘Massimino’ con 20mila spettatori al seguito, ai giocatori tremano le gambe perchè non sono abituati. L’anno scorso parlavo con l’ex centrocampista rossoazzurro Simone Pesce, che a Cremona ha vinto il campionato di Serie C facendo solo mezz’ora di festa in piazza. Il coinvolgimento emotivo è totalmente differente da quelle parti. Al sud c’è probabilmente più voglia, più fame. In un’ipotetica finale di sicuro il Catania avrebbe più tifosi degli altri al seguito”.

“Il Catania ha regalato il primo tempo per un atteggiamento volutamente rinunciatario. Magari l’idea era quella di fare sfogare il Trapani, strategia che in altre occasioni ha funzionato. Ma io tengo a mente tante gare. Vedi Catania-Albinoleffe, il Catania-Messina deciso dal gol di Manca… con quel pubblico che ti spinge in 20mila unità, ritrovi sempre un altro pò di energia anche se sei stanco. Però la gente deve vedere i giocatori dare tutto il campo. Secondo me il Catania lunedì non ha dato veramente il massimo. Non so se per un blocco emotivo o tattico. Ha regalato 45 minuti agli avversari, questo è un dato di fatto. Il Trapani secondo me possiede la migliore organizzazione tattica del campionato ed il Catania soffre con queste tipologie di squadre. Ricordo partite in cui se un avversario blocca la fonte del gioco, Francesco Lodi, la squadra va in difficoltà. Comunque ora è inutile fare processi. So che i giocatori si sono ricompattati, domani ci sarà anche Lo Monaco a colloquio con la squadra. L’ambiente deve rimanere unito”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***