AVELLINO – CATANIA: Daspo per quattro tifosi irpini

0
189
Daspo, Questura

Lo scorso 25 agosto fu disputata la gara Avellino-Catania, vinta dai rossazzurri con un rotondo 6-3. Con riferimento al match del “Partenio-Lombardi”, la Questura avellinese ha emesso il provvedimento Daspo a carico di quattro tifosi biancoverdi. Vietato l’accesso allo stadio a I.G., 28enne, per anni 5; I.E., 19enne, Daspo per 4 anni; B.L., 31enne, Daspo per anni 3; I.N., 20enne, Daspo per 2 anni. Nelle ultime ore, l’obbligo di firma è stato ridotto di un anno per due di questi tifosi ed i legali puntano all’annullamento del Daspo.

I quattro sono stati identificati dalla Digos tra il gruppo di circa 30 tifosi che, al termine del match, avrebbe cercato il contatto con la tifoseria catanese con cui, da tempo, i rapporti sono tesi. Il gruppo di tifosi biancoverdi, alcuni armati di oggetti contundenti, approfittando dell’apertura delle porte per far uscire i tifosi di casa a fine gara, si sarebbe introdotto nel settore della Tribuna Terminio adiacente a quello destinato agli ospiti. Solo l’intervento degli steward e delle forze dell’ordine evitò il contatto, allontanando i tifosi irpini. La questura di Avellino, inoltre, contesta anche un striscione esposto in Curva Sud, dove siedono gli ultrà biancoverdi, con la scritta «Odio Catania» non autorizzato e immediatamente fatto rimuovere. Secondo la Questura quello striscione aveva lo scopo, oltre che di offesa e minaccia verso la tifoseria ospite, di coalizzare i tifosi irpini contro gli avversari, alla luce sia della sonora sconfitta rimediata dall’Avellino (3-6), sia dei trascorsi tra le due tifoserie.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***