ESCLUSIVA – Panza (UsCatanzaro.net): “Catania, senza proprietà forte impossibile ottenere risultati sportivi. Furlan, bel duello con i suoi ex compagni”

0
2555
catanzaro vs catania

Ai nostri microfoni è intervenuto Francesco Panza, coordinatore di redazione di ‘UsCatanzaro.net’. Focus sulla formazione giallorossa e la partita che disputerà domenica sera allo stadio “Nicola Ceravolo” contro il Catania.

Classifica Catanzaro deficitaria, quali le cause?
“Tante. Forse troppe. Tra queste la convinzione di aver costruito una squadra che potesse giocarsela per la vittoria del campionato. Il campo finora ha detto altro. Le prime difficoltà hanno messo a nudo i limiti di un progetto tecnico nato male. Ora non resta che rimettere insieme i cocci e dare senso alla stagione”.

Cosa è cambiato con Grassadonia?
“Tutto. Dalle prospettive stagionali, al modo di stare in campo, passando per gli allenamenti (rigorosamente a porte chiuse) e le dichiarazioni pubbliche. In una parola: rivoluzione”.

Che idea ti sei fatto delle difficoltà del Catania?
“A mio avviso il Catania paga le evidenti difficoltà societarie. Senza una proprietà forte, specialmente in serie C, è praticamente impossibile ottenere risultati sportivi”. 

Quali defezioni per il Catanzaro in vista di domenica?
“De Risio e Bianchimano probabilmente non saranno della partita. Entrambi sono alle prese con alcuni problemi fisici che si portano dietro da qualche settimana. Per il resto rosa a completa disposizione di Grassadonia, al quale di sicuro non mancano le scelte”. 

Grassadonia e Lucarelli, sono gli allenatori giusti per rilanciare le ambizioni di Catanzaro e Catania?
“Quando un club sceglie di cambiare guida tecnica, ammette il proprio fallimento. Subentrare in corsa è difficilissimo. Lo è altrettanto capire quanto un allenatore, da solo, possa incidere sul rilancio delle ambizioni. Sia Grassadonia che Lucarelli ereditano situazioni complesse. Sulla carta entrambi hanno a disposizione un roster di qualità, ma l’obiettivo credo che ormai sia quello dei play-off”.

Quali giocatori delle due squadre potrebbero fare la differenza domenica e, in generale, che partita ti aspetti?
“A differenza delle sfide precedenti, non vedo un singolo in grado di fare la differenza. Sarà interessante osservare il duello tra Furlan e i suoi ex compagni, specialmente quelli del reparto avanzato. In generale, mi aspetto una gara poco spettacolare e molto fisica”.

Reggina, primo posto già in tasca?
“Ancora no, anche se la Reggina sta ripercorrendo le orme della Juve Stabia. Squadra senza fronzoli, solida e con un Corazza in stato di grazia. Avrà una naturale flessione. Bisognerà capire chi riuscirà a tenere il passo degli amaranto”.

Si ringrazia il collega Francesco Panza per la gentile concessione dell’intervista.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

© RIPRODUZIONE DEL TESTO, TOTALE O PARZIALE, CONSENTITA ESCLUSIVAMENTE CITANDO LA FONTE – Qualunque violazione del diritto di copyright sarà perseguita a norma di legge.