PAGELLE DI REPARTO: Di Molfetta e Catania, finalmente! Dall’Oglio, che combini? Calapai spinge come un dannato, Di Piazza in gol ma nervoso

0
1207

Al termine della partita che il Catania ha vinto nettamente al cospetto del Rieti, come di consueto la nostra redazione realizza le pagelle rossazzurre “di reparto”.

DIFESA, 6.5

Furlan non è stato praticamente mai chiamato in causa, ma i padroni di casa sono riusciti quantomeno a rendere meno amara la sconfitta trovando la via della rete con il neo entrato De Sarlo nel secondo tempo. Se non fosse stato per tale occasione, avremmo attribuito il ‘7’ pieno in pagella al reparto arretrato. Chiara la dormita difensiva nella circostanza, a conferma del fatto che ancora si verificano questi momenti di blackout ingiustificati su cui bisogna lavorare. Il Catania, comunque, ha concesso poco o nulla ad una squadra in cui emerge qualche discreta individualità e che, comunque, ha nell’attacco il proprio punto di forza. Molto bene Silvestri, autore anche di un ottimo intervento difensivo nel finale. Benissimo Calapai che spinge come un dannato per la quasi totalità del match. Pinto in ripresa, Esposito fa il suo.

CENTROCAMPO, 6.5

Performance mediocre di Dall’Oglio. Il centrocampista non ha mai impressionato favorevolmente sul rettangolo di gioco, rivelandosi macchinoso e poco efficace, ad eccezione di qualche fiammata. All’inizio del secondo tempo rimedia il secondo cartellino giallo, davvero molto ingenuo e che avrebbe potuto mettere in difficoltà la squadra. A Rizzo viene richiesto soprattutto di spezzare le trame di gioco avversarie, lui risponde presente. Biondi, straripante mercoledì a Potenza, non ripete la prova del “Viviani” ma assicura gamba e spirito di sacrificio dando equilibrio all’assetto tattico di Lucarelli. Mazzarani, largo sulla sinistra, spesso si accentra per supportare al meglio le punte e apre varchi invitanti. Nella ripresa fa il suo ingresso Biagianti che “tampona” l’assenza di Dall’Oglio costituendo una valida barriera a centrocampo.

ATTACCO, 7

Finalmente si sblocca Di Molfetta, per giunta siglando una doppietta. Sfrutta due ingenuità della difesa laziale. Nel primo caso riceve praticamente un assist involontario scoccando un tiro davvero pregevole; nel secondo calcia indisturbato, debolmente ma in maniera tanto precisa da beffare il portiere reatino tutt’altro che esente da colpe. E’ tra i migliori in campo della sfida, trovando spunti interessanti e rivelandosi spesso difficile da marcare. Abbastanza nervoso Di Piazza che, peraltro, nemmeno esulta in occasione del gol. Da sottolineare, nello specifico, il bel taglio di Barisic e l’inserimento vincente della punta palermitana. Lo sloveno ha un buon impatto sulla gara e conferma i segnali di crescita evidenziati in Coppa Italia a Potenza. Anche Lele Catania aveva tanta voglia di mettersi in mostra. L’ex giocatore del Siracusa è entrato a 15 minuti dal 90′ siglando il suo primo gol in rossazzurro ed avrebbe potuto superare l’estremo difensore avversario in un altro paio di circostanze. Pian pianino sta acquisendo una condizione fisica ottimale. Freccia in più nell’arco di Lucarelli.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.