VIZZINI (USI): “Pulvirenti ha rinunciato al concordato preventivo. Supermercati non più forniti di merce, siamo pronti a barricarci dentro”

0
9070

Rosario Vizzini di Usi (Unione sindacale italiana) parla del caso Meridi-Fortè ai microfoni di meridionews.it:

“I vertici di Meridi avevano disposto la chiusura di 40 punti vendita in tutta la Sicilia. Ieri mattina alcuni lavoratori si sono opposti a queste possibili chiusure e, dopo una trattativa serrata, si è deciso che i supermercati non chiuderanno. Ma non saranno più forniti di merce. Sabato mattina Pulvirenti ha rinunciato al concordato preventivo. I fornitori che vantano numerosi crediti nei confronti dell’azienda spingono per il fallimento. Sarà un Natale duro per 493 lavoratori che rischiano di perdere il posto. Anche se i supermercati non saranno riforniti, i dipendenti continueranno ad andare a lavoro per evitare il licenziamento collettivo e perdere il posto di lavoro e gli stipendi, nell’attesa che venga nominato un amministratore. Se i punti vendita venissero messi in discussione, siamo pronti a barricarci dentro”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***