BIAGIANTI: “Iniziativa benefica a sostegno degli ospedali di Catania. I catanesi sono forti, teniamo duro e ci rivedremo presto al campo”

0
156

Il centrocampista e capitano del Catania Marco Biagianti al quotidiano La Sicilia:

“Mi sento come un leone in gabbia. Non è facile restare a casa e giocare tra quattro mura domestiche e non al Massimino. La mia giornata tipo? Mi dedico ai bimbi, almeno tutti noi abbiamo recuperato un pò di spazio in più per i nostri cari. La mattina mi alleno con Mattia, faccio esercizi con mio figlio ed è una sensazione bellissima. Lui frequentava la scuola calcio e si allena con impegno. Facciamo qualcosina tra percorsi e giochi. Di pomeriggio mi alleno con mia moglie Martina, poi mi dedico a un allenamento più specifico, da solo, per restare in forma se arriverà il momento della ripresa della stagione. Il margine per ricominciare c’è, ma ancora è presto per parlarne. Bene stoppare il campionato, la salute viene prima di tutto. Anche i catanesi soffrono per la perdita di denaro e lavoro, ma sono forti. Teniamo duro. Il calcio era un diversivo, ma adesso le priorità sono altre. Il campo ci manca, come manca ai tifosi. Ci rivedremo presto”.

“Per il momento di gravita che viviamo, è giusto ripetere l’appello. Donate sangue, state a casa ma donate sangue all’ospedale Garibaldi. Sto organizzando una vendita di magliette che ho scambiato al termine delle partite di Serie A, qualche anno addietro. Sono maglie di amici, di avversari, di campioni. Sul mio profilo instagram pubblicherò i particolari e le casacche andranno all’asta su ebay. Il ricavato in denaro sarà devoluto agli ospedali catanesi”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.