FUORI DAL CONCORDATO: Catania, avanti tutta verso l’iscrizione al campionato di Serie C 2020/2021

0
3459
Catania Curva Nord

Con il ritiro dell’istanza di fallimento da parte della Procura di Repubblica, il Tribunale di Catania acconsente alla richiesta di abbandono del regime di concordato preventivo del Calcio Catania. Un’altra lieta notizia per i colori rossazzurri, con la Sigi assolutamente libera da vincoli che potrà muoversi autonomamente sul calciomercato e qualsiasi scelta gestionale. Senza passare dall’autorizzazione dei commissari, cosa che avrebbe sensibilmente rallentato ogni operazione.

I sentori erano positivi già da qualche giorno, come accennato su Facebook dall’avvocato Giovanni Ferraù. Va riportato a chiare lettere che la nuova proprietà ha realizzato un mezzo miracolo salvando la matricola 11700. Miracolo che definiremo completo una volta formalizzata l’iscrizione al campionato di Serie C 2020/2021. Dopo un lungo periodo difficile, finalmente siamo giunti al momento della svolta. Una svolta vera, che determina un taglio con il passato e la scrittura di nuove pagine di storia.

Il Catania riparte da una nuova proprietà che ha entusiasmo, passione e pur non essendo trainata da miliardari o sceicci, sembra possedere le carte in regola per provare a rilanciare l’Elefante con competenza e professionalità. Come al solito sarà il campo a parlare, intanto è doveroso riconoscere i meriti di una Spa che ha sostenuto sacrifici economici non indifferenti per salvare il Calcio Catania. In primis gli ideatori del progetto, Maurizio Pellegrino e Fabio Pagliara. Si riparte mantenendo viva la speranza di proiettare la piazza verso palcoscenici decisamente più consoni, salutando quanto prima l’inferno della Lega Pro.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***