CATANIA: il ritorno di Andrea Russotto segnerà l’adozione definitiva del 3-4-3?

0
1026
foto calciocatania.it

Le cessioni di Piovanello, Emmausso e Gatto hanno lasciato povero di alternative il reparto offensivo etneo. Il ritorno di Andrea Russotto in Sicilia diventa così fondamentale non solo a livello puramente numerico ma anche perché aumenta considerevolmente il tasso tecnico sugli esterni, permettendo a mister Raffaele di poter schierare con continuità il suo modulo prediletto: il 3-4-3.

Se il terzetto difensivo è sempre stato una costante di questa stagione, lo stesso non può dirsi per centrocampo ed attacco. A causa di infortuni, squalifiche, condizioni fisiche precarie o prestazioni non all’altezza di alcuni interpreti, spesso il tecnico siciliano ha dovuto ripiegare su un più equilibrato 3-5-2, senza però mai accantonare del tutto il proprio credo tattico. Nelle ultime due uscite stagionali infatti il mister ha comunque provato a schierarsi con le 3 punte, ottenendo risposte interessanti sia sul piano fisico che tecnico, sebbene debbano essere rivisti gli equilibri difensivi.

Considerando poi che il fantasista romano in carriera è stato spesso schierato come esterno mancino, il suo (ri)approdo alle pendici dell’Etna può quindi essere letto come un’ulteriore conferma verso il nuovo schieramento adottato dal coach etneo. Nel prossimo futuro vedremo il Catania con un Russotto in più nel motore che, insieme a Piccolo e Pecorino (o Sarao), formerà un tridente di tutto rispetto per la categoria.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***