EX ROSSAZZURRI – Sessa: “Con il passaggio in prima squadra iniziarono alcuni problemi. Catania era casa mia, ma…”

0
689
Alfonso Sessa

Attraverso la rubrica “Che fine ha fatto…”, La Giovane Italia è andata ad incontrare Alfonso Sessa, centrocampista del 1996 ora in forza al Giarre cresciuto calcisticamente alle pendici dell’Etna e che nel corso della sua giovane carriera ha avuto la possibilità di assaporare l’aria del professionismo con il Catania. Si è soffermato anche sull’esperienza vissuta in rossazzurro:

“Il mio percorso nel settore giovanile del Catania inizia all’età di 14 anni con il ritiro precampionato dei Giovanissimi Nazionali. I primi periodi sono stati difficili perché si trattava della mia prima esperienza lontano da casa e ne sentivo la mancanza, poi con il passare del tempo e per la presenza in gruppo di molti compagni campani si creò un clima molto familiare. Durante questi anni come squadra ci siamo tolti anche parecchie soddisfazioni, come ad esempio la vittoria in Nike Cup con i Giovanissimi Nazionali: per un ragazzo è qualcosa di unico, che ti rende orgoglioso e ti fa sentire importante all’interno del contesto Catania. È con il passaggio in prima squadra, successivamente alla retrocessione in Lega Pro, che sono iniziati alcuni problemi legati soprattutto al momento storico vissuto dal club: in città c’era una gran voglia di riscatto e anche io vivevo lo stesso sentimento, soprattutto perché ormai Catania era diventata casa mia e avevo vestito anche la fascia da capitano in Primavera. Tuttavia le aspettative erano molto elevate, e ciò ha di fatto penalizzato i giovani come me. Così nel mercato invernale mi sono trasferito all’Aversa Normanna con la quale ho raggiunto la salvezza per poi fare ritorno a Catania a fine anno. Mi sono sentito di nuovo parte integrante del progetto, ma a dicembre ho subito un infortunio al ginocchio che mi ha costretto a restare fermo per 7 mesi, chiudendo di fatto la mia avventura in rossazzurro”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***