EX ROSSAZZURRI – Spolli: “Barrientos fenomeno. Catania, ero stanco di giocare. Il calcio giocato non mi manca”

0
1217
Nicolas Spolli

Intervenuto nel corso di Sport Sicilia Preview, trasmissione televisiva su ‘Telecolor’, l’ex difensore rossazzurro Nicolas Spolli torna sulla decisione di Pablo Barrientos di dire addio al calcio giocato:

“Con Pablo abbiamo vissuto delle esperienze bellissime a Catania. Lascia il calcio uno dei calciatori più forti con cui abbia giocato. Un fenomeno sul piano umano ancor più che su quello calcistico, ho detto tutto. Calcisticamente aveva tutto nonostante i problemi fisici. Oggi con tutto il rispetto faccio fatica a trovare in Serie A giocatori con le sue qualità. Aveva un tocco di palla diverso, la giocata sempre pronta, non è mai stato forte fisicamente ma non era facile spostarlo e rubargli la palla. Ci ha fatto divertire. Se non avesse avuto tanti infortuni poteva fare molto di più un calciatore delle sue qualità. Noi argentini abbiamo dato tanto al Catania ma anche il Catania ha dato tanto a noi”.

Spolli si è soffermato anche sulla sua scelta personale di ritirarsi:

“Lo ribadisco, non avevo più niente da dare, era inutile continuare. Per me tornare a Catania era un’emozione importante ma anche una pressione, non potevo tornare a metà ma al 100%. Fisicamente e psicologicamente mi ero stancato di giocare. Ho fatto una scelta difficilissima. Quando feci la rescissione con il Crotone l’unica mia idea era quella di giocare col Catania. Ci sentivamo con Pellegrino, poi mi resi conto di sentirmi vuoto, di non avere più niente da dare e so di avere scelto nel modo migliore. Se fosse stata un’altra squadra magari avrei detto sì, ma la città e la piazza di Catania meritava altro per tutto quello che mi aveva dato e ho deciso di mettere un punto. Non mi manca il calcio giocato dopo 15-16 anni. L’ho vissuto molto intensamente, dalla mattina alla sera. Oggi mi piace vedere partite ed allenamenti ma giocare non più. Futuro da allenatore o dirigente? Sto valutando, adesso mi godo la famiglia e mio figlio nato da un mese e mezzo fa, anche lui catanese. Vivo alla giornata”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***