FUTURO CATANIA: closing slitta a marzo, si attendono novità sul caso Lo Monaco

0
1906
Catania Calcio, Torre del Grifo Village

E’ andato in archivio il 25 febbraio, data in cui le parti avevano originariamente stabilito di definire il closing, a meno di ulteriori ritardi (come effettivamente sta accadendo) nelle tempistiche legate al raggiungimento degli accordi per la riduzione e transazione del debito con i principali creditori, ossia l’Agenzia delle Entrate ed il Comune di Mascalucia. Nuovi contatti e incontri, in questi giorni e nei prossimi, tra le parti ed anche con i legali rappresentanti del gruppo Tacopina. Il closing slitterà al mese di marzo e verrà fissata una nuova data all’interno del contratto preliminare d’acquisto, che non muta la sostanza, vertendo sulla cessione del 100% delle quote del Calcio Catania.

Sigi e Tacopina confermano di essere fiduciosi affinchè avvenga in via definitiva il passaggio di consegne, ma si lavora incessantemente per incastrare tutte le caselle di un puzzle non semplice da completare e che richiede altro tempo. Ballano, infatti, cifre piuttosto importanti e precise condizioni da rispettare ma ci sono dei professionisti molto seri che lavorano per la tanto attesa fumata bianca, anche in vista delle prossime scadenze. Nel frattempo, Tacopina prosegue la sua permanenza alle pendici dell’Etna dopo essersi recato, nei giorni scorsi, a Montelepre – nel palermitano – dove nacque sua madre.

A breve i giudici si esprimeranno per quanto concerne il caso Lo Monaco. Come noto, la Sigi ha promosso azione di responsabilità nei confronti dell’ex dirigente del Catania per mala gestio tra il 2016 ed il 2019, chiedendo il sequestro dei beni a Lo Monaco per un importo di circa 4.5 milioni di euro. L’udienza si è svolta undici giorni fa presso il Tribunale di Catania, con Lo Monaco che difende la propria posizione ed ha notificato tre decreti ingiuntivi chiedendo un importante risarcimento danni all’immagine e professionali. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***