VERSO CATANIA – VIRTUS FRANCAVILLA: all’andata decisivo Sarao, ex di turno

0
162

Virtus Francavilla nuovamente sulla strada del Catania, dopo il successo rossazzurro maturato nella gara d’andata. Allora finì 0-1 allo stadio “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana. Il Catania, dopo avere piegato la resistenza di Monopoli e Juve Stabia, centrò nuovamente il bersaglio da tre punti. Vittoria che portò la firma di Sarao, ex di turno, impeccabile nella trasformazione di un calcio di rigore assegnato al 44′.

Primo tempo molto intenso e combattuto. Padroni di casa vicinissimi al vantaggio ma che dovettero fare i conti con gli interventi di un super Martinez a difesa dei pali sulle conclusioni di Giannotti e Zenuni. Virtus pericolosa anche al 9′, centrando un palo clamoroso con Mastropietro. Il Catania soffrì la spinta biancazzurra nei primi 20′, rendendosi insidioso solamente con una botta da fuori area di Rosaia. Superata la fase di difficoltà, gli etnei tirarono la testa fuori dal guscio guadagnando metri e alzando il pressing. Al minuto 36 c’era un fallo da rigore nell’area pugliese, il direttore di gara però non concesse il penalty. Rigore che, invece, venne fischiato al Catania a pochi istanti dal 45′. S’incaricò della battuta Sarao, bravo a spiazzare il portiere. Il tecnico Trocini protestò vivacemente e l’arbitro optò per la sua espulsione. Finale di tempo incandescente al “Giovanni Paolo II”, davanti a 290 spettatori.

La ripresa vide la compagine biancazzurra proiettarsi in avanti alla disperata ricerca del pari, dopo avere rischiato in due circostanze con un tiro di Biondi che impensierì Crispino ed un lampo di Emmausso che chiamò ancora una volta l’estremo difensore della Virtus alla respinta. I pugliesi schiacciarono il piede sull’acceleratore trovando sempre un muro: Martinez. Al 58′ lo spagnolo negò la gioia del gol a Mastropietro deviando il siluro di quest’ultimo in corner. Intorno al 70′ Franco ci provò dalla lunga distanza, nulla di fatto anche per Ekuban, che di testa sfiorò il pari. Martinez bloccò anche la conclusione velenosa di Caporale al 78′ e, soprattutto, volò sull’incornata del neo-entrato Celli un paio di minuti prima del 90′. Gli assalti del Francavilla proseguirono nell’arco dei 4′ di recupero assegnati, ma la difesa del Catania si confermò solida ed organizzata, resistendo fino alla fine.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***