PAGELLE DI REPARTO: difesa attenta, tanta corsa a centrocampo, in attacco il migliore è Sarao

0
664

Il Catania riesce ad espugnare lo stadio di Cava de’ Tirreni grazie alle reti, tutte nella ripresa, di Giosa e Dall’Oglio. Ottimo il secondo tempo dei ragazzi di mister Baldini che riscattano una prima frazione poco esaltante con dei secondi 45 minuti molto più intensi e grintosi. Da elogiare sia la prova in cabina di regia di Maldonado che il lavoro oscuro di Manuel Sarao (entrambi i migliori in campo). Di seguito le pagelle di reparto:

Difesa 6.5
Nonostante l’età piuttosto avanzata funziona abbastanza bene la coppia centrale composta da Claiton e Giosa con il brasiliano che si dimostra il vero perno del reparto arretrato. L’ex Potenza invece commette qualche sbavatura nel corso dei primi 50 minuti ma ha il merito di portare in vantaggio i suoi con una magnifica conclusione al volo che si infila all’incrocio dei pali. Dopo il gol migliora la prestazione chiudendo tutti gli spazi possibili. Entrambi poi sono risultati molto efficaci anche in fase di impostazione con tanti palloni giocati e pochissimi errori. Ingiudicabile invece la prova di Sales che è entrato a pochi secondi dal fischio finale solo per far rifiatare Giosa. Discreta la prestazione dei due esterni Pinto Calapai che hanno garantito la giusta spinta ed un’efficace copertura delle corsie laterali. Martinez sicuro a difesa dei pali.

Centrocampo 6,5
Ottima la gara di Maldonado che interpreta al meglio il ruolo di playmaker. Tanti i palloni giocati dall’ex Chievo anche con pregevoli tocchi di prima nel tentativo di eludere il pressing avversario. L’opera di responsabilizzazione operata da Baldini sembra stia dando i suoi frutti con un calciatore piacevolmente ritrovato che adesso potrà offrire il proprio contributo nella costruzione della manovra. Buona anche la prestazione di Jacopo Dall’Oglio. Tanta corsa e grinta per il numero 23 che, a 10’ dalla fine, sigilla la vittoria con uno splendido tiro da fuori che si insacca nell’angolo più lontano della porta di Kucich per il definitivo 2-0. Meno positiva invece la gara di Izco. Il capitano assicura impegno ed agonismo sul rettangolo verde ma non sempre è preciso in fase di costruzione con errori evitabili. Sufficiente l’apporto di Nana Welbeck che, entrato nel secondo tempo, mette lo zampino nell’occasione del raddoppio etneo con il pressing asfissiante che consente ai compagni di recuperare la sfera e partire in contropiede. Ingiudicabile Rosaia, subentrato a pochi minuti dal triplice fischio per fare rifiatare Dall’Oglio.

Attacco 6
Il migliore del reparto avanzato è senza dubbio Manuel Sarao. Il centravanti milanese sgomita e lotta con la retroguardia avversaria ottenendo preziosi calci di punizione e rendendosi pericoloso in più di una circostanza. Prestazione senza infamia e senza lode per Piccolo e Russotto. Il fantasista campano deve acquisire la migliore condizione, ha faticato a creare superiorità numerica nell’uno contro uno ma la generosità non gli è mancata. Il folletto romano invece si dimostra un po’ più propositivo dell’ex Cremonese. In netto miglioramento Matteo Di Piazza. Il bomber di Partinico entra ad un quarto d’ora dalla fine riuscendo comunque ad apportare qualche pericolo con i suoi inserimenti. Deve ancora migliorare la condizione fisica ma quanto fatto intravedere in questo spezzone di partita sembra incoraggiante. Infine, Reginaldo si fa vivo a sprazzi provando a duettare con Calapai sulla destra.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***