MERCATO: Gatto, rientro dal prestito dopo la sfortunata esperienza alla Cavese

0
772

Tra i calciatori che nelle prossime settimane inizieranno il ritiro a Torre del Grifo (problemi societari permettendo) figurerà anche Alessandro Gatto. L’attaccante pugliese, approdato alle pendici dell’Etna la scorsa estate dopo lo svincolo dal Bisceglie, farà ritorno in Sicilia dopo una stagione abbastanza sfortunata nella quale non è riuscito a dimostrare il proprio valore. Il duttile ventisettenne, pur rappresentando un vero e proprio jolly offensivo, non ha trovato molto spazio alla corte di Raffaele, scendendo in campo solamente quattro volte e per un totale di appena 140’. Le pochissime occasioni avute nella prima parte di stagione hanno fatto si che la società decidesse di cederlo durante il mercato di riparazione, con la Cavese che è riuscita ad accaparrarsi le prestazioni sportive dell’atleta pugliese.

Nonostante gli aquilotti spingessero per una trasferimento a titolo definitivo il direttore Pellegrino, convinto delle qualità tecniche del ragazzo, ha deciso di cederlo solamente a titolo temporaneo, sperando che in terra campana l’ex Monopoli potesse riscattarsi; tuttavia, nonostante nelle precedenti esperienze in squadre di medio-bassa classifica il bomber tarantino avesse fatto molto bene (14 gol e 5 assist in 72 presenze tra Bisceglie e Monopoli), anche a Cava le cose non sono andate per il verso giusto, con la retrocessione in Serie D dei blufoncè ed un misero bottino di zero reti ed assist in 15 apparizioni (per un totale di 570’). A compromettere un’annata già difficile ci si è messo anche il Covid che lo ha costretto all’isolamento forzato per diverse settimane, condizionandone indubbiamente la condizione atletica. Adesso che il campionato 20/21 è ormai alle spalle, il nativo di Taranto si appresta a tornare nella sponda orientale della Sicilia, provando a convincere lo staff tecnico per un’eventuale seconda chance.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***