CATANIA-JUVE STABIA: il “Massimino” rimane tabù per le Vespe

0
183

Niente da fare per la Juve Stabia. Nei giorni scorsi la Turris era riuscita a sfatare il tabù “Massimino” andando a vincere per 4-3. Le Vespe hanno provato a fare altrettanto, invece, il Catania conserva l’imbattibilità casalinga nella storia dei confronti con la formazione gialloblu campana. Il 3-2 finale vale la vittoria numero 8 dei rossazzurri tra le mura amiche contro la Juve Stabia su complessive 11 gare disputate. Rimane fermo a 3 il computo dei pareggi tra le due squadre ai piedi dell’Etna.

Le tre reti che l’Elefante ha rifilato domenica agli stabiesi si aggiungono alle precedenti 20 messe a segno nella storia del match mentre la Juve Stabia porta a 7 le marcature totali contro il Catania in Sicilia. E’ la terza volta che le Vespe subiscono più di due gol dal Catania: nella lontanissima stagione 1937-38 spicca addirittura un 6-0 in Prima Divisione, poi un 4-2 nel campionato cadetto 1951-52 (unico precedente in Serie B) ed il 3-1 in Lega Pro del 2016-17 con Pino Rigoli seduto sulla panchina catanese. Terzo successo consecutivo in casa per il Catania dopo il doppio 1-0 risalente ai campionati di C 2018-19 e 2020-21 e caratterizzato dai gol di Lodi e Tonucci, che ieri è tornato al “Massimino” da ex festeggiando amaramente le 300 partite da professionista.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***