CATANIA: stampa, tifosi e squadra in sinergia. Adesso tocca alla società fare la propria parte

0
483

Nel periodo più tragico e delicato degli oltre 75 anni di storia rossazzurra, l’unione creatasi tra staff tecnico e tifoseria appare quanto più salda e duratura possibile. Il turno infrasettimanale contro l’Avellino non solo ha sancito il ritorno degli ultras della Curva Nord allo stadio ma ha anche ulteriormente rinsaldato il legame tra supporter e squadra grazie ai continui cori di incitamento ed agli scroscianti applausi di fine partita. Nonostante la bassa affluenza (contro gli irpini si sono raggiunte poco più di tre mila unità) i tifosi presenti sugli spalti sono riusciti a farsi sentire per tutti i novanta minuti di gioco, sostenendo a più riprese la truppa di Baldini. Ciò che viene maggiormente apprezzato è ovviamente l’impegno e la voglia di lottare su ogni pallone messo in campo dai giocatori che, nonostante il mancato pagamento degli stipendi, le tante vicissitudini societarie e gli evidenti limiti tecnici, hanno sempre onorato e sudato la maglia cercando di sopperire alle varie problematiche con l’orgoglio e la grinta. Come già ampiamente dimostrato in passato, la città di Catania risponde sempre presente nei momenti di massima difficoltà, compattandosi e stringendosi con ancora più forza attorno alla propria rappresentativa calcistica per uscire insieme dal periodo di crisi. Stampa, tifoseria e staff tecnico stanno tutti remando dalla stessa parte, adesso però spetta alla componente societaria fare il proprio dovere, accantonando malumori, invidie ed interessi personali nel disperato tentavo di scongiurare la fine del Calcio Catania 1946.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***