MORO SHOW: Catania avanti fino in fondo, rifilato un poker al Monterosi

1
781

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

Il Catania continua il proprio magic moment trascinato dal golden boy Luca Moro che con 2 gol ed 1 assist si conferma sempre più il leader offensivo della squadra. Etnei che riescono con cinismo ed efficacia a bucare per quattro volte la difesa del Monterosi tornando al successo dopo i due pareggi consecutivi ottenuti contro Virtus Francavilla ed Avellino.

In un sonnacchioso primo tempo sono gli ospiti maggiormente propositivi. Moro ci prova (5’) con un siluro dal limite prontamente deviato in corner da Marcianò, poi (8’) conclusione a botta sicura di Russini stoppata con il corpo da Verde. I padroni di casa si affacciano dalle parti di Sala con Cancellieri la cui conclusione finisce altissima sul fondo (19’). Al minuto 26 il Catania passa in vantaggio: Provenzano serve sul filo del fuorigioco Moro che con grande freddezza apre il piattone e batte il portiere avversario. Verso la mezz’ora i biancorossi provano a sfruttare il break positivo prima (33’) con la volée di controbalzo di Cancellieri, palla abbondantemente fuori, e poi (37’) con il colpo di testa di Polidori facilmente bloccato dal numero uno etneo. Nel finale è invece Russini ad andare vicino al raddoppio con un tiro-cross che sfiora il seconda palo (40’).

La ripresa si apre subito (48’) con la splendida gemma di Simone Russini che da calcio di punizione trova il 2-0. Il Monterosi però non ci sta ed al minuto 54 accorcia le distanze: Costantino cade in area sul tocco di Monteagudo consentendo a Polidori di siglare l’1-2 spiazzando Sala su rigore. I biancorossi insistono e 120” dopo sfiorano anche il pari ma Verde sbaglia il colpo di testa e vanifica una grande opportunità. Verso l’ora di gioco mister Baldini richiama Ceccarelli inserendo Biondi. Il Catania prova a rendersi pericoloso ma il tiro a volo di Zanchi termina altissimo sul fondo (63’). Al minuto 71 errore di Monteagudo che perde palla ma Polidori sbaglia il controllo e favorisce la tempestiva uscita di Sala. L’Elefante intanto cambia assetto grazie agli innesti di Cataldi ed Izco, al posto di Russini e Maldonado, passando così ad un 4-5-1.

Nel finale micidiale uno-due degli etnei che di fatto congelano la gara: al 79’ l’errore di Rocchi permette a Moro di recuperare la sfera e servire l’accorrente Greco il quale, con un mancino ad incrociare, batte l’incolpevole estremo difensore biancorosso. Passano pochi secondi e lo stesso Moro aggancia magistralmente il cross di Albertini, resiste ad una carica di Rocchi e con la punta del piede batte per la seconda volta Marcianò siglando la terza doppietta stagionale ed il decimo gol in campionato (83’). A pochi istanti dal termine Russotto e Pino sostituiscono Moro e Greco (traslando così ad un 5-3-2) mentre l’ultima emozione la regala Polidori che di testa prova a rendere meno amara la sconfitta ma la mira non è delle migliori (86’). Al triplice fischio la compagine di Baldini esulta insieme ai tifosi rossazzurri presenti sugli spalti dopo aver conseguito la quarta gioia stagionale raggiungendo, in attesa della penalizzazione, il decimo posto in classifica a quota 15 punti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

Comments are closed.