PAGELLE DI REPARTO: Moro devastante, ottimo Provenzano, poca spinta dei terzini

3
1441

Il rotondo successo sul campo del Monterosi (1-4), quinto risultato utile consecutivo e quarta vittoria stagionale, consentono al Catania di risalire momentaneamente in classifica (in attesa sempre della penalizzazione) ed agganciare il treno playoff piazzandosi attualmente al decimo posto. Partita molto intelligente quella condotta dagli uomini di Baldini che non concedono quasi nulla ai padroni di casa colpendo i biancorossi nei momenti più opportuni grazie alla straordinario stato di forma di Moro ed alla magia di Russini. Da sottolineare però anche qualche errore di troppo in difesa e la mancanza di un adeguato filtro sul regista avversario Di Paoloantonio dal quale sono transitate tutte le trame di gioco avversarie. Di seguito le consuete pagelle di reparto:

DIFESA 6
I due centrali ClaitonMonteagudo praticamente non hanno mai fatto vedere palla ai due attaccanti Costantino e Polidori, purtroppo però il calciatore argentino risulta ancora acerbo ed ingenuo in alcune circostanze prima regalando il calcio di rigore del momentaneo 1-2 e poi perdendo una palla sanguinosa che fortunatamente gli avanti avversari non sono riusciti a sfruttare. I due esterni Zanchi ed Albertini invece non hanno spinto abbastanza, duellando rispettivamente al cospetto dei vivaci Verde e Cancellieri. Senza voto Pino che entra a pochi istanti dal termine registrando però la prima presenza tra i professionisti. Attento e preciso Sala che quest’oggi è stato quasi del tutto inoperoso salvo qualche uscita in presa alta.

CENTROCAMPO 6,5
Ottima la gara di Provenzano che garantisce dinamicità, sagacia tecnico-tattica e fisicità. Onnipresente sul rettangolo verde, nel primo tempo serve a Moro un pallone d’oro che il numero 24 sfrutta alla perfezione portando in vantaggio i suoi. Prova senza infamia e senza lode per Maldonado, Greco a volte è eccessivamente irruento e regala calci di punizione in favore degli avversari, ma risulta efficace nelle fasi cruciali dell’incontro assicurando tanta corsa e generosità al servizio della squadra, viene premiato con il primo gol in maglia rossazzurra che certifica una prima parte di stagione vissuta da protagonista. Positivo l’ingresso di Izco che mette al servizio della squadra qualità ed esperienza, mentre incide poco Cataldi.

ATTACCO 7
Ancora una volta la scena se la prende con pieno merito un ragazzo di appena 20 anni che con la casacca etnea sta riuscendo a costruirsi un futuro sempre più radioso. Luca Moro appare davvero come uno degli attaccanti più completi in circolazione in terza serie, facendo reparto da solo, muovendosi tanto (e bene) tra le linee, sfruttando a dovere gli spazi e colpendo alla minima occasione concessagli. Dopo il guizzo del primo tempo appare sornione e quasi affaticato nella ripresa salvo poi sfruttare alla perfezione le due opportunità regalategli dalla difesa biancorossa. Intelligente ed altruista in occasione dell’assist a Greco, risulta invece caparbio e tenace nell’1-4. Altro elemento imprescindibile di questa squadra è Simone Russini. L’ex Cesena corre, riparte e si sacrifica in ogni partita, in più dimostra di possedere un piede molto delicato nei calci piazzati sfornando la seconda perla su punizione dopo quella di Catanzaro. Meno propositivo invece Ceccarelli che tenta con qualche giocata interessante d’illuminare il proprio pomeriggio ma ancora non sembra essere al top della condizione. Anonimo Biondi che non incide nella mezz’ora di gioco a disposizione. Infine senza voto Russotto, entrato a pochi istanti dal fischio finale.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

3 COMMENTI

  1. se avevamo una situazione normale, un giocatore come Moro potevamo comprarlo a Settembre, e vedi cosa ci ritrovavamo in casa…

  2. abbiamo solo giocatori in prestito…qualìè il futuro del calcio Catania 1946?? Forse il calcio Catania 2021 un futuro poteva averlo……

Comments are closed.