PAGLIARA (pres. Fondazione Sport City): “Azionariato, pensavo potesse essere una chiave per rilanciare il Catania…”

0
1813

Fabio Pagliara, presidente della Fondazione Sport City, ai microfoni del Quotidiano di Sicilia si sofferma sul progetto legato all’importanza del modello di azionariato che non ha avuto sviluppi, ad esempio, in seno al Calcio Catania: “Lo sport ha due alleati ovvero le città e la tecnologia. Ribadisco che oggi si deve fare i conti con la realtà digitale. Le società sportive diventano delle grandi community appetibili a più mercati. Questo sforzo è fondamentale per potere svolgere azioni di marketing. Da qui deriva l’idea, un po’ tedesca, dell’azionariato popolare o diffuso che prevede la partecipazione di tifosi o stakeholder al futuro di una società sportiva o di uno sport. Io rimango un sostenitore, non del mio modello di azionariato, ma del fatto che vada profondamente innovato il sistema economico su cui si fonda lo sport anche ai livelli più alti. Non ho più seguito le vicende del Catania e sarei presuntuoso a dire che oggi sia ancora replicabile. Pensavo potesse essere una chiave, a suo tempo, per rilanciare una realtà in crisi. Il modello del calcio in generale, dalla Serie A ma specialmente in realtà come il campionato di Serie C, deve essere fortemente rinnovato e innovato”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***