BALDINI: “Pagato dieci minuti di smarrimento, ripartiamo dalla prestazione e dai recuperi di Pinto e Piccolo”

1
596

Il commento di mister Francesco Baldini relativamente sconfitta maturata sul campo del Latina:

“Abbiamo concesso dieci minuti a una buona squadra. E’ un periodo che al primo tiro in porta prendiamo gol, poi possiamo discutere di tutto quello che vogliamo. Giovinco ha indirizzato la palla all’angolino, a Latina uguale. Ho visto i primi 30 minuti di buonissimo calcio creando situazioni, poi dieci minuti di smarrimento ma in campo ci sono due squadre. Difensivamente parlando il Latina era ben organizzato. La ripresa penso abbia rispecchiato totalmente la prima mezz’ora di gara, i complimenti vanno al Latina che ha vinto, noi invece riceviamo i complimenti ma continuiamo a buttare via punti. Posso dire poco ai ragazzi che hanno fatto una mole di gioco importante ma non siamo riusciti a far gol e questa è stata un pò la pecca di oggi“.

“Extra campo? Riusciamo ad isolarci, la squadra è bravissima a farlo durante la settimana. In campo fa la prestazione, anche oggi è stato così. Mi dispiace per i ragazzi che non portano via niente da questa gara. Ci concentreremo per il derby col Palermo e dovremo andarci a prendere i punti persi oggi. Avevo detto in conferenza che quella di Latina fosse una partita importante anche in funzione della prossima, vorrà dire che ci porteremo dietro la rabbia per la sconfitta e non sicuramente per una non-prestazione. Abbiamo riportato tre sconfitte nell’ultimo periodo raccogliendo meno di quanto meritato con Taranto, Foggia e Latina. Se qualcuno dice il contrario non è giusto per i ragazzi. Sono tre sconfitte però si riparte dalle prestazioni e dall’aver recuperato dopo tanto tempo Pinto e Piccolo. Avevo diversi giocatori acciaccati, Sala ha avuto problemi tutta la settimana, Biondi pure”. 

Non penso che abbiamo sbagliato tantissimo in costruzione, sicuramente avremmo dovuto sfruttare al massimo la mole di gioco espressa. Il Catania ha perso, prendendo gol sul primo tiro in porta concedendo 10 minuti ad una squadra che in casa ha vinto quasi tutte le gare. Il gol ci ha innervosito, quando fai 30 minuti così un tiro all’incrocio di pali ti innervosisce ed abbiamo perso un pò di equilibrio. Messaggio ai tifosi? Il rammarico è non aver festeggiato col nostro pubblico, che ha fatto tutti questi chilometri per assistere ad una sconfitta ma, ripeto, la prestazione non è stata negativa. Fa male quando si perde ma noi ora dobbiamo iniziare a concentrarci su un derby che è importantissimo“.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Capisco che Baldini difenda la squadra in ogni circostanza e fa bene! Ma oggi non ho assistito al buon calcio espresso anche in altre occasioni nelle quali si è assaggiato l’amaro sapore della sconfitta o del pareggio all’ultimo minuto del recupero. Oggi i rossazzurri hanno giocato solo i primi dieci minuti, fatta salva l’occasione in cui Greco ha mancato di sospingere la palla nella rete avversaria completamente libera.
    Alcuni elementi non hanno reso secondo i loro standard. Mi riferisco in primis a Russotto che non ne ha azzeccata una che sia una; a seguirlo Piccolo (idem), Calapai, che non fa più quei veloci sprint lungo la linea laterale destra con cross finale o tiro in porta. La difesa ha ballato difronte alle veloci incursioni nerazzurre. Il centro campo è stato evanescente anche con Greco.
    Troppi passaggi indietro o al portiere, nessuno salta l’uomo, salvo il buon Russini, oggi brutalmente bastonato dai grintosi avversari. Sipos si impegna a tutto campo ma è ancora incerto nel possesso palla. Moro ha vagato da solo per il campo e nessuno gli ha fatto assist degni di nota.
    Maldonado è lo stesso che niente ma solo poco più.
    I cambi, caro Baldini, si possono fare anche al primo tempo o all’ingresso in campo per la seconda frazione della partita.: si vede subito intorno al ventesimo se la squadra e il modulo vanno o no|!
    Col Palermo deve completamente cambiare la musica, altrimenti, insieme alle numerosissime ferite che il Calcio Catania e i suoi dirigentti di ieri e di oggi ci hanno dato, dovremo patire anche questa sconfitta che per noi tifosi è quasi letale!

Comments are closed.