ESCLUSIVA – Stampa locale, Lo Re: “La piazza freme. Squadra e staff meritano di proseguire la stagione”

0
1011

Nel corso della trasmissione Città Rossazzurra (appuntamento dal lunedì al venerdì ore 19/20), su Radio Antenna Uno in collaborazione con TuttoCalcioCatania.com abbiamo sentito telefonicamente il collega de La Gazzetta dello Sport e del Quotidiano di Sicilia, Antonino Lo Re. E’ stata l’occasione per commentare insieme le vicissitudini societarie del Catania ed il percorso della squadra:

Le scadenze di dicembre potrebbero decidere il futuro del Catania. Come leggi questo momento? 
“La partita più importante è quella che si gioca fuori dal campo. Lo diciamo da mesi, questo mese diventerà cruciale. Il 16 scade il pagamento degli stipendi, il 21 ci sarà la pronuncia del Tribunale. Sono giorni che hanno il loro peso. Capisco la piazza che sta fremendo, percepisco un pò di rassegnazione. Vedremo come si esprimerà il Tribunale, anche se le speranze non sono tantissime”. 

S’ipotizza che alcuni soci Sigi, chi ha contributo in maniera più importante alle casse della SpA etnea, potrebbero creare una nuova società che comprenda magari nuovi investitori per andare avanti. Come valuti tale possibilità?
“Ci sta prospettare questa ipotesi ma non so se i soci più facoltosi o chi ha investito di più possa imprimere una svolta definitiva. Secondo me è un trascinarsi non so se fino alla fine della stagione perchè si è detto più volte che questi imprenditori non avessero la forza per creare qualcosa a lunga distanza, un futuro per il Catania. Io sono un pò pessimista, vedremo se intanto riusciranno a tamponare. Chiaramente il Tribunale dovrà capire se ci sono le risorse per proseguire con Sigi o un altro gruppo d’imprenditori”.

Nella malaugurata ipotesi di fallimento, potrebbero esserci i presupposti per la concessione dell’esercizio provvisorio?
“Potrebbe essere una possibilità concreta se il Tribunale riscontrasse un impegno a pagare gli stipendi cercando di onorare le scadenze più incombenti. Non sono un esperto in materia e non mi permetto di sindacare, ma potrebbe rappresentare un’idea consentendo almeno il completamento della stagione per poi individuare acquirenti pronti a rilevare il Catania da fallito. Acquirenti che non penso mancherebbero perchè il Catania ha una sua storia. Sarebbe importante dare continuità ad una stagione che i ragazzi e lo staff tecnico stanno onorando attraverso un lavoro straordinario”.

C’è chi sostiene che questa squadra, malgrado le difficoltà, dovrebbe fare di più. Sei anche tu di questo avviso?
“Nel calcio e nella vita bisogna analizzare anche il contesto in cui un gruppo lavora. Questi ragazzi lavorano in un contesto in cui non sanno l’indomani cosa potrà riservare. Non è facile psicologicamente scendere in campo e allenarsi tutti i giorni, fermo restando che è un loro dovere ma gli stipendi percepiti in C non sono neanche lontanamente paragonabili a quelli di categorie superiori. Poi ogni singolo giocatore possiede le proprie caratteristiche, c’è chi ha maggiore personalità, tanti giovani che devono essere trascinati. Non mi sento di dire che la squadra potesse fare di più in un contesto per nulla semplice. Applaudo i ragazzi ed il gruppo per quanto fatto finora. Se poi andiamo ad analizzare l’aspetto tecnico, un errore o una distrazione, c’è chi poteva fare qualcosina in più ma non lo critico. Qualche prestazione individuale rivedibile soprattutto in difesa, con errori grossolani ma non si può rimproverare nulla a questa squadra”.

Baldini ha cambiato modulo contro il Potenza e la filosofia di gioco non è cambiata. Rivedremo questo assetto tattico che differisce dal 4-3-3 di base?
“La filosofia di Baldini è quella di cercare di far giocare bene le proprie squadre, magari cambiando modulo prova far trovare nuovi stimoli al gruppo, oppure li adatta in base alla disponibilità del momento. Tanti allenatori sostengono che conti più del modulo la filosofia di calcio. E’ giusto che Baldini abbia in testa anche delle alternative tattiche che possano dare nuova linfa alla squadra, rendendola anche prevedibile perchè gli avversari ti studiano. Baldini sta facendo un grande lavoro secondo me rispetto alle risorse a disposizione”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***