AVV. INGRASSIA: “Non mi aspettavo asta deserta. Catania merita maggiore attenzione”

0
1903

Così l’avvocato e tifoso del Catania Enzo Ingrassia dopo che l’asta per la rilevazione del ramo sportivo del club rossazzurro è andata deserta, ai microfoni del Quotidiano di Sicilia:

“Decisamente non mi aspettavo l’asta deserta, c’erano le condizioni affinchè non fosse così. Il prezzo base non era elevato, per quanto riguarda il debito sportivo parliamo di circa 3 milioni, cifre poco significative rispetto al debito societario di 50 milioni. Un bacino d’utenza di passione, amore e storia di una città come Catania, meritava che qualcuno desse maggiore attenzione. Tristezza enorme”.

“Una nuova base d’asta a cifre minori? Sarebbe del tutto insignificante perchè chi non ha deciso di investire non lo ha fatto perchè non volesse o non fosse nelle condizioni di spendere il milione. Ha ritenuto che non ci fossero i presupposti perchè ciò accadesse. Significa che il pagamento del debito sportivo avvenisse, la capacità economica e patrimoniale di fronte alla federazione per avere il titolo sportivo. Non penso che una nuova asta possa indurre un soggetto a partecipare per spendere 200-300 mila euro rispetto ad un piano economico di milioni. La seconda asta non la vedo plausibile nella maniera più assoluta. Acquistare il Catania non significa avere automaticamente il titolo per partecipare al campionato di Serie C. Poi bisognerebbe andare a parlare con la FIGC, che concederà il titolo soltanto se l’acquirente, anche ad un euro del Calcio Catania, dimostri di pagare i 3 milioni di debito sportivo e di avere la capacità patrimoniale ed economica per gestire un campionato di appartenenza”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***