LA SICILIA – Catania, interlocuzioni richiederanno tempo e pazienza

1
1933

L’articolo riportato è uno stralcio dell’originale, non volto a sostituirsi a questo, pertanto invitiamo ad approfondire i contenuti presenti acquistando il giornale ‘La Sicilia’ in rassegna

Sono giorni di ansia e timori ma quel che bisogna avere in questo periodo mai così travagliato il calcio catanese è la fiducia. A proposito del bando che l’amministrazione comunale pubblicherà nelle prossime settimane, il quotidiano locale sottolinea come si preveda un piano almeno triennale dell’attività che preveda il deposito di un assegno circolare non trasferibile intestato alla Federcalcio il cui importo si aggirerebbe tra gli 800mila euro e un milione, ma meglio aspettare la decisione della Federcalcio (il 18 maggio) e le garanzie che verranno fornite a quest’ultima. Tutte interlocuzioni che richiederanno verifiche, tempo e pazienza. In questi giorni sono circolati pure nomi riguardanti i possibili imprenditori pronti a farsi artefici del rilancio del calcio a Catania. Dal gruppo del Nord Italia da almeno un mese in contatto con uno che conosce benissimo le vicende del Catania e la sua storia agli arabi.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Siamo alle solite,è iniziata la propaganda per prendere tempo è non fare nulla di immediato,certo e concreto.Nulla è così logorante quanto l’indecisione, è nulla è così futile.Purtroppo la vedo male anche stavolta,e il cammino ci riporterà personaggi,sulla stessa linea di quelli del passato,che ci hanno fatto finire così mestamente.L’indecisione è debilitante: si autoalimenta; in un certo senso crea un’abitudine. Ma è anche contagiosa; si trasmette ad altri.

Comments are closed.