CATANIA-CROTONE: atto secondo, stavolta non si gioca per i tre punti

0
1103
foto Catania FC

L’1 settembre scorso il Catania faceva il suo esordio in campionato. Momento di grande attesa nella giornata in cui la Lega Pro celebrava l’avvio della stagione 2023/24. Era la prima gara ufficiale in un torneo professionistico dell’era Pelligra, con lo stadio “Angelo Massimino” vestito a festa dopo un’annata memorabile in Serie D. Emozione nel volto dei giocatori rossazzurri ma anche tanta motivazione e voglia di partire subito col piede giusto.

Sul campo tante occasioni costruite e puntualmente sprecate dalla formazione allenata da Luca Tabbiani, con pali e traverse a fare da contorno. Ciliegina sulla torta, si fa per dire, il gol di Tribuzzi che ha permesso al Crotone di sbancare il “Massimino” portando a casa l’intera posta in palio col minimo sforzo. L’inizio di un percorso in salita per un Catania altalenante nei risultati e andato via via sgonfiandosi, smarrendo certezze e fiducia, fino all’esonero dell’ex tecnico del Fiorenzuola ed al ritorno sulla panchina etnea di Cristiano Lucarelli.

Adesso, a distanza di qualche mese, Catania e Crotone si ritrovano in campo. Da una parte l’opportunità di riscattare un ko che brucia ancora per com’è maturato, dall’altra la voglia dei calabresi di conseguire un nuovo risultato importante in Sicilia. In verità la Coppa Italia rappresenta un obiettivo dichiarato anche in casa Catania. L’Elefante vuole provare a vincere la competizione perché, in tal caso, verrebbe garantito l’accesso alla fase nazionale dei playoff. A prescindere dall’esito finale del campionato, la Coppa Italia stuzzica – non poco – due squadre chiamate a recitare un ruolo da protagoniste, lottando fino in fondo per l’ambito salto in B.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***