LUCARELLI a Telecolor: “Chiedo scusa a titolo personale. Non vanifichiamo quanto fatto in Coppa, basta litigare e buttare benzina sul fuoco. Tutti insieme ce la faremo”

0
5107
foto Catania FC

Mister Cristiano Lucarelli si presenta ai microfoni di Telecolor dopo la pesante sconfitta di Avellino. Queste le parole evidenziate:

“E’ doveroso a titolo personale chiedere scusa per questo risultato, anche se è un pò largo nel punteggio. Così come feci a Monopoli, mi sento di chiedere scusa come Cristiano Lucarelli per questo risultato. Sono veramente dispiaciuto perchè è brutto da vedere l’aver preso tre gol in fotocopia, in contropiede uno dietro l’altro, contro una squadra forte anche se probabilmente viziati da falli non rilevati. Sono dispiaciuto in primis io. Ai tifosi ho detto quello che penso, alla squadra dirò quello che penso, domani parlerò con la società e dirò quello che penso”.

“Come si esce fuori da queste situazioni? Per ogni calciatore e allenatore in carriera sono più le sconfitte che le vittorie. O hai la fortuna di essere al posto giusto e al momento giusto, o devi prepararti a momenti come questi. Io ci sono preparato da sempre. Sono tranquillo. Ho molto chiara la situazione, ci servono una manciata di punti per evitare le posizioni di rischio. Vorrei che questa manciata di punti la facessimo tutti insieme anzichè perdersi nel populismo e nelle polemiche perchè sarebbe davvero un peccato. Del resto possiamo giocarci i playoff in una posizione invidiata da tutti, compreso l’Avellino che dovrà lottare fino alla fine per agguantare quella posizione lì. Abbiamo la possibilità di portare per la prima volta un trofeo nazionale a Catania e dobbiamo raccogliere questi maledetti punti. Se smettiamo di buttare benzina sul fuoco – perché tutti insieme ce la possiamo fare – non vanifichiamo quanto fatto in Coppa Italia. Non voglio dare lezioni di moralismo perchè sono l’ultimo che lo può fare, essendo io per primo abbastanza incazzoso ed uno di pancia. C’è da far succedere in un mese quello che spesso non accade in un anno. Decidiamo se tutti insieme vogliamo raggiungere questa possibilità oppure continuare a litigare fra di noi e vanificare tutto. Dall’alto della mia non-saggezza mi sento di dire questo”.

“Questa squadra è un po’ dottor Jekyll e mister Hyde, fa bene in partite secche ed in Coppa Italia, non trova continuità in campionato dove può esserci un’ansia da prestazione. Non credo sia un problema di mancato attaccamento e impegno. Ci sono dei problemi. Alcuni direttori sportivi legati anche affettivamente al Catania mi hanno chiamato sottolineando che è bello quello che abbiamo fatto e sarebbe una cosa anomala se riuscissimo a raggiungere il nostro obiettivo. Noi abbiamo dato peso alla Coppa Italia perchè sapevamo che potesse essere una scorciatoia, siamo arrivati in finale con tutti i nostri problemi. Decidiamo se vogliamo fare tutti i pompieri e unirci, manca un mese e mezzo. Non è difficile fare una manciata di punti. Io sono l’ultimo dei saggi ma non vedo altre soluzioni. Altrimenti si ricomincia tutto daccapo ma quello non è un problema che posso affrontare io”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***