VERSO CATANIA-CERIGNOLA: un solo obiettivo per i rossazzurri, vincere

0
867
foto Catania FC

Vincere per allontanarsi dalla zona calda della classifica, ritrovare serenità, acquisire nuove certezze ed affrontare con maggiore tranquillità la finale d’andata di Coppa Italia col Padova. Alla vigilia del match, mister Zeoli ha sottolineato come abbia visto una squadra vogliosa di riscatto che ha compreso le difficoltà del momento. Dal tecnico rossazzurro sono giunte rassicurazioni circa la qualità del lavoro settimanale svolto. Adesso bisogna tradurre tutto questo sul rettangolo verde contro l’Audace Cerignola, con un atteggiamento meno timoroso e più propositivo nell’arco dei 90’.

Si riparte da qualche progresso venuto fuori dal secondo tempo di Catania-Potenza, dove gli etnei hanno attaccato lo spazio con più efficacia ed insistenza creando anche importanti occasioni da gol. L’auspicio è che si possa sviluppare una manovra più fluida e ragionata, meno frenetica e prevedibile attraverso un possesso palla che non sia fine a se stesso, prestando attenzione alle ripartenze ospiti. C’è curiosità anche per verificare se la condizione fisica e atletica ha fatto registrare passi avanti, avendo avuto qualche giorno di tempo ulteriore per preparare la gara.

Il Cerignola, che viene da otto partite a secco di vittorie, proverà a reagire dopo l’interruzione del rapporto con l’allenatore. Raffaele ha preso il posto in panchina di mister Tisci e, si sa, generalmente il cambio alla guida tecnica spinge i giocatori a dare qualcosa in più sul piano emotivo. Il presidente biancazzurro Grieco ha confidato di non aspettarsi di vincere ma, a prescindere dal risultato, di vedere un gruppo reattivo e capace di fornire una prestazione di livello.

Al di là delle difficoltà incontrate da qualche mese, i gialloblu restano una formazione molto insidiosa da affrontare. Un Catania sul pezzo, attento, carico e motivato al punto giusto può riuscire a spuntarla facendo prevalere il tasso tecnico di cui dispone, sulla carta superiore. Ritrovando una vittoria che, al “Massimino”, in campionato manca dalla serata del 18 febbraio contro la capolista Juve Stabia. A Cicerelli e compagni il compito di regalarsi un sorriso e di regalarlo al popolo rossazzurro.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***