CATANIA – VITERBESE: voti rossazzurri. Pisseri si riscatta in parte, Silvestri evita il peggio. Delusione Angiulli. Sarno fa quel che può in un attacco spento e poco lucido

0
1123

Viterbese batte Catania 1-0 allo stadio “Angelo Massimino”. Risultato che conferma il momento difficile attraversato dai rossazzurri. Come di consueto attribuiamo i voti alla squadra dell’Elefante, cominciando da Pisseri. Il portiere si fa sorprendere in occasione della punizione vincente di Tsonev (male anche il piazzamento della barriera, ndr), riscattando parzialmente l’errore con un grandissimo intervento sul tiro a botta sicura di Molinaro al 92′. Ma non basta questo per evitare la sconfitta. Anzi, poteva andare peggio se Pacilli non fosse riuscito nell’impresa di divorarsi il raddoppio nel finale, scartando due volte Pisseri prima che Silvestri intervenisse con estrema efficacia deviando di testa la conclusione. Ordinaria amministrazione per Aya, Marchese meglio nella ripresa sganciandosi con continuità sulla sinistra.

Note dolenti a centrocampo dove Lodi viene pressato in maniera asfissiante dagli avversari venendo fortemente limitato il suo gioco. Prestazione assai deludente di Angiulli. Schierato in campo dal 1′, l’ex Ternana sbaglia anche le cose più semplici correndo a vuoto. Parecchia imprecisione, inoltre, per Carriero a cui non basta assicurare tanto agonismo. Fa qualcosina di più Rizzo al suo posto nel secondo tempo. Calapai duella con Mignanelli sulla fascia destra, il confronto lo vince quest’ultimo. Valeau, a sorpresa impiegato dall’inizio, combina ben poco nella corsia opposta. In avanti Di Piazza solletica la difesa ospite mentre Marotta sgomita, lotta ma spesso s’intestardisce a fare tutto da solo con esiti per nulla incoraggianti. Nel corso del secondo tempo manifesta segni di nervosismo venendo sostituito da Brodic.

Manneh entra ad inizio ripresa aumentando i giri del motore ma pecca di lucidità. Come quando al 82′ fallisce praticamente un rigore in movimento calciando alto. Errore imperdonabile. Sarno innalza il tasso tecnico dando fantasia, estro ed imprevedibilità alla manovra d’attacco. Ci mette anima e cuore, il problema è che in un reparto offensivo spento il solo contributo di Sarno non è sufficiente. Mister Novellino si gioca anche la carta Brodic. Il ragazzo fa il suo, trovando la via della rete che l’arbitro tuttavia annulla tra le vibranti proteste per una presunta posizione di fuorigioco. C’è spazio anche per Llama che partecipa agli assalti del Catania nei minuti finali.

TITOLARI

Matteo Pisseri  5.5
Ramzi Aya  6
Tommaso Silvestri  6
Giovanni Marchese  6
Luca Calapai  5.5
Giuseppe Carriero  4.5
Francesco Lodi  5
Federico Angiulli  4
Lorenzo Valeau  5
Matteo Di Piazza  4.5
Alessandro Marotta  5

SUBENTRATI

Giuseppe Rizzo  5.5
Kalifa Manneh  5
Vincenzo Sarno  6
Fran Brodic  5.5
Cristian Llama  s.v.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***