ASSESSORE PARISI: “Cessione Catania, eccesso di euforia. Credito Sportivo componente importante”

0
4444
Sergio Parisi

Attraverso un’intervista rilasciata al Quotidiano di Sicilia, l’Assessore allo Sport del Comune di Catania Sergio Parisi ha fatto il punto della situazione relativamente alla cessione del Calcio Catania:

“Più volte sono stato contattato da Maurizio Pellegrino, che tra l’altro è un amico di vecchia data, ma non ho sentito Fabio Pagliara nel merito della questione. Mi pare di capire che questo comitato debba traghettare l’operazione dal Calcio Catania agli investitori che dovranno garantire dal punto di vista economico tutto l’affare. Quello che so è che Pellegrino metterà a disposizione la propria esperienza a supporto di un progetto tecnico importante e serio. Ho avuto modo di parlare con i responsabili del credito sportivo per fare un ragionamento generale, poiché anche il Comune sarà chiamato in causa per un progetto futuro. Il Credito Sportivo è una componente importante per l’operazione, ha in ballo quella che è la questione Torre del Grifo”.

“Non abbiamo sentito i vertici societari del club, ho incontrato casualmente Pulvirenti all’ingresso di un bar scambiando due chiacchiere. Fino ad oggi non ci sono stati problemi, la gara di domenica al Cibali si è svolta normalmente ed è stato pagato regolarmente l’affitto del campo come ha sempre fatto. Al di là di quel brutto episodio della partita a porte chiuse per la mancanza degli steward, non abbiamo avuto alcun tipo di avvisaglia negativa. Certo avvertiamo che ci sono delle difficoltà e che il Catania ha palesato la necessità di vendere, ma il Comune non può entrare nella trattativa. Forse c’è stata qualche accelerazione un tantino inopportuna sulla cessione: il Follieri di turno che arriva in grande stile o la stessa cordata che esternando questi nomi ha fatto credere ai tifosi che fossero loro il futuro management della società. C’è stato un eccesso di euforia”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***