DEL CORE: “Secondo me Pulvirenti non vende. Catania, eravamo un gruppo speciale. Lo Monaco, quello schiaffone…”

0
3885
Umberto Del Core

Impossibile dimenticare Umberto Del Core. Fu suo, infatti, il gol che valse l’ultima promozione del Catania in Serie A. Proprio l’ex attaccante rossazzurro è intervenuto telefonicamente ai microfoni di Unica Sport:

“Eravamo un gruppo speciale. Non sempre nel calcio capitano questi gruppi. Quell’anno siamo stati veramente bravi tutti quanti. E quel gol con l’Albinoleffe lo rivedo tutti i giorni, gli amici di Catania mi mandano sempre quel video. Impossibile dimenticare. Non era facile credere in quella palla, io ci ho creduto e grazie a Dio è andata bene. A casa ho un poster con Lo Monaco che mi diede uno schiaffone dopo il gol e non riuscivo neanche a respirare. Il Direttore è un uomo di calcio. Dopo il 2-1 la partita non era ancora finita, nel calcio può succedere di tutto fino al 90′. Lui mi diceva di restare concentrato fino all’ultimo. Se avessero pareggiato sarebbe stato un casino. Io ho dato sempre il massimo ai piedi dell’Etna. Disputammo un girone d’andata spaventoso al primo anno di Serie A. Devi avere sempre una tensione gigantesca in tutte le partite, se no fai fatica in A. Purtroppo ci furono dei cali di tensione successivamente. All’inizio eravamo a ridosso dell’Europa, il calcio è strano ma sono stati bei ricordi. A gennaio andai via perchè avevo poco spazio e si vennero a creare situazioni diverse”.

“Il mio futuro? Da due giorni mi trovo a Bari, ma io vivo in Brasile. Lavoro come osservatore in una squadra che milita in Prima Divisione. Non ho più avuto contatti con la dirigenza del Catania, ma seguo i rossazzurri ed ho visto che sono cambiate un pò le cose. Conosco bene Pulvirenti perchè è tifosissimo del Catania e lui farebbe di tutto per la squadra. Secondo me non lo venderà mai perchè ama il Catania. Lo ama molto e difficilmente lo venderà, poi non so cosa succederà”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***