VERSO CATANIA – REGGINA: alla scoperta della squadra amaranto

0
450

Il prossimo avversario del Catania è da annoverare tra le squadre che continua a recitare un ruolo da protagonista in questa stagione. In riva allo Stretto c’è un ritrovato entusiasmo attorno alle vicende della squadra di calcio, soprattutto per merito del presidente Luca Gallo, il quale sta cercando di rinverdire i fasti di un tempo, quando la Reggina militava stabilmente in Serie A e il “Granillo” era un fortino inespugnabile.

Gli amaranto sono stati protagonisti nella prima decade del Terzo Millennio di nove partecipazioni nella massima divisione, di cui sette consecutive. Tra i giocatori più rappresentativi dell’epoca si ricordano Andrea Pirlo, Roberto Baronio, Mohammed Kallon, Mozart, Emiliano Bonazzoli, Shunsuke Nakamura, Francesco Cozza, Rolando Bianchi e Nicola Amoruso. Questi ultimi due hanno costituito il formidabile tandem offensivo della squadra che riuscì nell’intento di salvarsi partendo da una pesante penalizzazione in classifica (stagione 2006-07). Il presente della Reggina si chiama Serie C, categoria da cui gli amaranto sono ripartiti con l’intento di inaugurare un nuovo ciclo di successi.

+8 il vantaggio sul Bari secondo classificato, dato che avvalora il campionato fin qui disputato. La panchina è stata affidata a Mimmo Toscano, allenatore rodato e già artefice di due promozioni in Serie B alla guida di Ternana (2011-12) e Novara (2014-15). L’ossatura della squadra è costituita da giocatori esperti in ogni reparto, con German Denis ciliegina sulla torta di un mercato di grande rilevanza. Squadra forte in tutti i reparti (ricambi compresi) ed ulteriormente rinforzata con gli innesti di Nielsen, Sarao e Liotti a gennaio, gioca a memoria nel contesto tattico del 3-4-1-2. Solidità, compattezza, organizzazione, fantasia e concretezza non mancano in questa Reggina che ha investito con lungimiranza e programmazione. La difesa è difficile da penetrare, il centrocampo presenta il giusto mix di qualità e quantità, l’attacco ben assortito, cinico e spietato. Il ruolino di marcia impressionante finora evidenziato conferma la bontà del lavoro svolto.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***