PAGELLE DI REPARTO: la difesa concede le briciole, Salandria valore aggiunto a centrocampo. Attacco poco cinico ma efficace

0
827

Consuete valutazioni attribuite ai reparti di difesa, centrocampo ed attacco dopo la vittoriosa prestazione del Catania a Bisceglie.

DIFESA, 7.5

Il voto complessivo avrebbe potuto raggiungere l’8 in pagella, così non è stato per un paio di rischi corsi nell’arco dell’intera durata del match. Soprattutto nel finale con il Catania in vantaggio di una rete. Montero, bomber nerazzurro stellato, è stato disinnescato dalla sempre più affiatata coppia Mbende-Silvestri. Gatto ha provato a creare qualche insidia dalle loro parti, ma entrambi i difensori hanno guidato autorevolmente il reparto. Soprattutto Mbende che conferma le sue doti ed è insuperabile nel gioco aereo. Calapai, al rientro dalla squalifica, spinge con regolarità calibrando cross interessanti per i compagni. Molto disciplinato e diligente Pinto che, quando scende sulla corsia di sinistra, trova spunti assai gradevoli confermando l’ottimo momento di forma attraversato. Esposito, nella ripresa, sostituisce Beleck quando il Bisceglie si riversa interamente in avanti dando manforte alla difesa. Furlan sicuro nelle uscite.

CENTROCAMPO, 7

Pulito nei contrasti e ordinato nella circolazione della palla, a distanza di poco tempo dalla disputa di Catania-Reggina Vicente centra ancora una volta la traversa. L’ex Juve Stabia prova con sempre maggiore insistenza ad andare al tiro da fuori, ma ancora per lui la soddisfazione del primo gol rossazzurro non arriva. Contrariamente a quanto accaduto a Salandria che, invece, calibra il tiro con la giusta potenza e precisione avendo il merito di siglare la rete che vale tre punti d’oro nella ripresa. Gioca a tutto campo prendendo per mano la squadra. Biagianti gioca i secondi 45′ subentrando a Vicente e trasmette ai compagni la necessaria tranquillità e carica agonistica. Curcio fa da collante tra centrocampo ed attacco, rivelandosi un motorino instancabile ed essendo sempre più vicino ad un livello di condizione fisica ottimale.

ATTACCO, 6

Elogio legittimo e meritato per la spiccata capacità degli attaccanti di supportare in maniera impeccabile la fase difensiva della squadra, ma sotto porta manca qualcosa. Il Catania ha vinto ed è un aspetto di fondamentale importanza questo, tuttavia a Bisceglie lo scarto sarebbe potuto essere più ampio. I gol sbagliati hanno rischiato di compromettere il risultato, ragion per cui c’è ancora da lavorare per migliorare in zona realizzativa. Servirebbe maggiore cinismo. Beleck fa a sportellate, lotta, sgomita ma fallisce un paio di palle-gol clamorose. Di Molfetta e Capanni fanno un lavoro di sacrificio davvero notevole a cui partecipa pure Biondi nel secondo tempo. Manneh ha voglia di rilanciarsi, si vede, ma commette qualche leggerezza di troppo e non è ancora il Kalifa dei tempi migliori.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***