MAXI LOPEZ: “Con Lo Monaco amore e odio, voleva bucarmi le gomme…”

0
4316
Maxi Lopez

Un estratto delle dichiarazioni rilasciate dall’attaccante argentino ex Catania Maxi Lopez, ora in forza al Crotone, ai microfoni di Sky Sport:

“Il rapporto che avevo con Lo Monaco era molto simile a quello che avevo con Sinisa, forse per il mio carattere. Era amore e odio. A volte litigavamo e a volte ci volevamo bene. Quando sono arrivato a Catania avevo comprato una macchina che lui non riteneva giusta e minacciava di bucarmi le gomme (sorride, ndr). Poi ho cominciato a segnare molto e si è calmato un po’. Diciamo che mi piaceva segnare e far segnare”.

“Ho cambiato tante volte squadra. Non ho mai avuto tempo di provare un progetto, di sentire l’appartenenza. A volte per colpa mia, altre volte per colpa degli altri. Ho girato tanti Paesi, imparato tante lingue, ma il mio punto fermo è l’Italia che si è rivelato il Paese che non sono mai riuscito a lasciare”.

“La notte prima di passare al Milan? E’ stata un’esperienza incredibile perchè quando sono partito da Catania, ho firmato il contratto appena arrivato in albergo. Il Milan cercava anche un’altra punta, Tevez, e in quel momento è arrivato Braida e mi ha detto che avremmo dovuto aspettare. I due giorni sono diventati una settimana. Avevo una proposta anche dall’Inghilterra però avevo già firmato col Milan”.

“Quando ho ritrovato Mihajlovic alla Sampdoria? Questa cosa la sa pochissima gente. Sinisa mi ha detto che mi voleva parlare a quattrocchi e quando lui diceva così di solito erano problemi. Io sono andato a Genova, ho fatto questa chiacchierata, mi ha detto se me la sentivo. Era la settimana del derby e mi ha detto che se mi allenavo bene mi avrebbe inserito. E’ stata una delle partite più belle della mia carriera in assoluto”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***