SERIE C – Ciancio (Carrarese): “Taglio stipendi? Noi non siamo Ronaldo…”

0
210
Simone Ciancio

L’ex difensore del Catania Simone Ciancio, attualmente in forza alla Carrarese, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de La Stampa affrontando il nodo stipendi di cui tanto si parla da settimane:

“Nella mia squadra 6-7 giocatori guadagnano 1200 euro netti al mese. E parliamo di una formazione importante. Poi esiste un altro scaglione a 2000 euro. E via a salire. Ma solo gli attaccanti più forti in C hanno ancora ingaggi da 10 mila euro. Tanti di noi guadagnano meno di operai specializzati. Quando finisci, a 35 anni, non sai cosa fare dopo. Il taglio del 30%? Mi sta bene rinunciare a qualcosa ma togliere il 30% a noi non è come farlo a Cristiano Ronaldo. Spesso siamo soli in giro per l’Italia con spese e mutuo da pagare. Sono onesto: io non farei fatica perché ho un ingaggio proporzionato alla carriera, ma il peso lo sentirei. Il mio contratto scade il 30 giugno con rinnovo automatico solo in caso di promozione in B. Siamo secondi in classifica e avremmo fatto i playoff. Chissà se la stagione riprenderà. L’ingaggio però passa in secondo piano, è più importante non ammalarsi. Altrimenti come lo trovo un altro contratto la prossima estate?”. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***