CATANIA: da qui a settembre, quante scadenze in vista della stagione 2020/21!

0
1174
Catania Calcio, Torre del Grifo Village

Stanno per iniziare i Play Off, mentre si avvicinano numerose altre scadenze per il Catania che si riferiscono alla stagione 2020/2021. Tra le più importanti, entro il 29 giugno occorrerà depositare presso la Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi la documentazione comprovante la proprietà dell’impianto che si intende utilizzare almeno fino al termine della stagione sportiva 2020/2021 con verifiche sull’agibilità dello stesso. La mancata osservanza comporterà un’ammenda.

Entro il 10 luglio, poi, va depositato il prospetto contenente l’indicatore di Patrimonializzazione (P/A), determinato sulla base delle risultanze della situazione patrimoniale intermedia al 31 marzo 2020. Il ripianamento della eventuale carenza dovrà essere effettuato, entro il termine perentorio del 5 agosto 2020, ai fini del raggiungimento della misura minima dell’indicatore di Patrimonializzazione mediante le seguenti modalità:

a) versamenti in conto futuro aumento di capitale;
b) versamenti in conto copertura perdite;
c) aumento di capitale integralmente sottoscritto e versato e da effettuarsi esclusivamente in denaro;
d) finanziamenti postergati ed infruttiferi dei soci.

Sempre entro il 10 luglio, necessario depositare il prospetto contenente l’indicatore di Liquidità al 31 marzo 2020, l’indicatore di Indebitamento e l’indicatore di Costo del Lavoro Allargato determinati sulla base delle risultanze della situazione patrimoniale intermedia al 31 marzo 2020. In caso d’inadempienze scatterà un punto di penalizzazione da scontarsi nel prossimo campionato.

Si rischia di ricevere un’ammenda non inferiore a 10mila euro qualora non fossero presentate:

  1. copia dei contratti relativi ad acquisizioni internazionali dei calciatori, a titolo definitivo o temporaneo, intervenute fino alla data del 31 dicembre 2018 e dall’1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, corredati dal passaporto sportivo del calciatore noto al momento del trasferimento e degli accordi di dilazione di pagamento concernenti detti contratti, corredati dalla eventuale documentazione bancaria attestante l’avvenuto pagamento dei debiti scaduti alla data del 31 marzo 2020 nei confronti di società affiliate a Federazioni estere, relativi a corrispettivi, anche variabili, indennità di formazione e contributi di solidarietà di cui agli artt. 20 e 21 del Regolamento FIFA sullo Status e i Trasferimenti dei calciatori, dovuti per i predetti contratti e accordi di dilazione.
  2. copia delle comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche IVA relative al primo ed al secondo trimestre dell’anno d’imposta 2019 e, se intervenuto il pagamento, anche una dichiarazione corredata dai modelli “F24” e dalle relative quietanze elettroniche o cartacee, attestante l’avvenuto assolvimento dell’IVA di cui alle predette liquidazioni.
  3. nota contenente gli estremi di uno o più conti correnti bancari intestati alla società, accesi presso una o più Banche operanti sul territorio nazionale e dedicati esclusivamente ai pagamenti degli emolumenti, delle ritenute Irpef, dei contributi Inps e di altri contributi.

Entro il 5 agosto andrà depositata la domanda di ammissione al Campionato di Serie C 2020/2021, contenente la richiesta di concessione della Licenza Nazionale. Ai fini dell’ottenimento della Licenza le società devono versare la tassa di iscrizione e l’originale della garanzia a favore della Lega Italiana Calcio Professionistico da fornirsi esclusivamente attraverso fideiussione a prima richiesta dell’importo di euro 350.000,00. L’accettazione della garanzia è subordinata alla assenza di contenziosi tra la F.I.G.C. e/o le Leghe professionistiche e l’ente emittente.

E’ altresì opportuno assolvere il pagamento dei debiti nei confronti della F.I.G.C., delle Leghe e di società affiliate alla F.I.G.C., depositando la documentazione attestante detto adempimento. Stesso discorso per i debiti scaduti alla data del 31 marzo 2020, nei confronti di società affiliate a Federazioni estere, relativi a corrispettivi, anche variabili, indennità di formazione e contributi di solidarietà di cui agli artt. 20 e 21 del Regolamento FIFA sullo Status e i Trasferimenti dei calciatori, dovuti per le acquisizioni internazionali dei calciatori a titolo definitivo e temporaneo, intervenute fino alla data del 31 dicembre 2019. Da assolvere, inoltre, il pagamento degli emolumenti scaduti al 31 maggio 2020 e dovuti ai tesserati, ai dipendenti ed ai collaboratori addetti al settore sportivo. A questo si aggiungono i contributi del Fondo Fine Carriera ed il pagamento dei tributi IRES, IRAP ed IVA esposti nelle relative dichiarazioni ovvero scaturenti da comunicazioni di irregolarità emesse dall’Agenzia delle Entrate, riferiti ai periodi di imposta terminati entro il 31 dicembre degli anni 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019.

Entro il termine del 30 settembre 2020, infine, ci sarà da assolvere il pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati, dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di giugno 2020 con annesse ritenute Irpef e contributi Inps più Fondo Fine Carriera.

===>>> 23 pagine di criteri per ottenere la Licenza Nazionale 2020/21 (formato PDF)

===>>> CESSIONE CATANIA: pubblicato finalmente il bando! Ecco il contenuto integrale, il 23 luglio si svolgerà il procedimento competitivo

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***