PAGELLE DI REPARTO: pesa l’assenza di Tonucci in difesa, centrocampo fumoso, l’attacco non punge

0
824

Prima sconfitta in questo campionato per i rossazzurri. Al termine della partita persa con il risultato di 3-1 a Lentini contro la Ternana, la nostra redazione realizza le consuete pagelle di reparto.

DIFESA, 4

Il forfait dell’ultim’ora di Tonucci fa perdere al Catania un tassello fondamentale. Il reparto ne risente, faticando a contenere le scorribande di uno scatenato Partipilo, ma anche Vantaggiato, Falletti e Torromino sono stati difficili da contenere. La linea difensiva a quattro, a sorpresa adottata da Raffaele, non è stata efficace. Catania in difficoltà sulle corsie laterali, soprattutto a sinistra dove Defendi sembrava quasi inarrestabile. Al centro, la coppia Silvestri-Claiton non ha offerto le necessarie garanzie soffrendo l’imprevedibilità e la velocità dell’attacco rossoverde. Il brasiliano ha provato ad impostare il gioco da dietro, talvolta effettuando lanci invitanti per le punte. Nel corso della ripresa si è rivisto Pinto. Le sue improvvise accelerazioni e capacità di tagliare il campo torneranno sicuramente utili al Catania nelle prossime partite. Tre i gol subiti da Martinez ma un paio d’interventi effettuati dall’estremo difensore spagnolo hanno evitato un passivo ancora più pesante.

CENTROCAMPO, 5

Maldonado ha il merito di realizzare un super gol, il primo con la maglia del Catania. Calcio di punizione davvero splendido, quello calciato dal centrocampista ecuadoregno nel finale di gara. Eurogol a parte, comanda le azioni in cabina di regia, recupera palla ma non ha la stessa lucidità di Francavilla Fontana. Welbeck lotta su ogni centimetro di campo, rivelandosi pregevole in fase d’interdizione. Un pò meno nella costruzione della manovra. Rosaia fa il suo ingresso nella ripresa, non contribuendo a cambiare l’inerzia della partita. C’è più dinamismo con Izco, tuttavia non basta per mettere in difficoltà il centrocampo avversario. Sulle corsie laterali si registra il dinamismo di Albertini ma, dopo l’ottima prova offerta con la Virtus, accusa un pò di stanchezza e si vede. Sia nel 4-3-3 che nel 4-2-3-1 non riesce ad incidere, pur provando a metterci tanta buona volontà. Manneh fa benino nel primo tempo, mette in mostra qualche giocata interessante, finisce però per inabissarsi con il passare dei minuti. Biondi evidenzia a tratti le sue qualità, ma la Ternana riesce a limitarlo molto bene.

ATTACCO, 4.5

Il Catania non punge negli ultimi metri. I difensori umbri mettono la museruola a Sarao. L’ex Reggina combatte, sgomita, lotta nella speranza di creare qualche presupposto per impensierire la linea difensiva rossoverde. E’ difficile, però, riuscire a penetrare da quelle parti. Inoltre va detto che riceve poca assistenza dai compagni. Raffaele inserisce nel secondo tempo Emmausso, giocatore di gamba, capace di saltare l’uomo e dotato di colpi eccellenti. Prova a mettere un pò di pepe alla gara, qualche momento di apprensione lo crea alla retroguardia avversaria ma, arrivando all’atto conclusivo, non riesce a rendersi pericoloso abbastanza. Si rivede sul rettangolo verde Gatto. I guizzi dell’ex attaccante del Bisceglie meritano di essere menzionati, andando anche vicino al gol nel finale.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***