PAGELLE DI REPARTO: la difesa paga la disattenzione sull’1-1. Centrocampo ok. Si vola sugli esterni

0
594

Consuete pagelle di reparto attribuite ai rossazzurri, al termine della partita vinta per 2-1 al cospetto del Foggia.

DIFESA, 6

Concesso davvero poco al Foggia, a parte qualche sbavatura. Purtroppo però le palle inattive si rivelano ancora una volta un tasto dolente per il Catania. E’ bravo Dell’Agnello in occasione del gol rossonero, sorprendendo la difesa catanese con un pregevole colpo di testa in torsione. Nella circostanza, però, la dormita difensiva c’è e va sottolineata. Nel contesto di una buona prestazione complessiva, giusto riconoscere i meriti del Catania ma anche ribadire l’importanza di evitare cali di tensione e prestare maggiore attenzione soprattutto nel gioco aereo. A parte l’episodio dell’1-1 e un paio di altre situazioni insidiose, comunque, il trio centrale composto dal neo acquisto Sales, Silvestri e Tonucci ha retto. In porta, invece, fiducia rinnovata a Confente, sempre attento nelle uscite e si fa trovare pronto su una pericolosa conclusione dell’ex Curcio.

CENTROCAMPO, 6.5

Primo gol in questo campionato per Dall’Oglio. Il centrocampista ha finalizzato una bell’azione corale ed è stato bravo ad inserirsi con la giusta tempistica, per poi battere Fumagalli con la necessaria freddezza. Prova di sostanza e concretezza, la sua. Funziona l’intesa con Welbeck in mezzo. Rosaia prende il posto di Dall’Oglio al 65′, in un momento in cui servivano forze fresche per contrastare l’offensiva ospite e continuare a gestire senza troppi affanni il possesso della sfera. Sulle corsie laterali, a sinistra Zanchi ha disputato un primo tempo eccellente per poi calare nella ripresa. Raffaele lo sostituisce nel corso dei secondi 45′ con Biondi, che si limita a svolgere il compitino. Nella corsia opposta, invece, benissimo Calapai che torna ai suoi livelli andando anche vicino al gol in un paio di circostanze. Molto interessante il tiro al volo effettuato al minuto 81 in combinazione con Piccolo. Izco entra nei minuti finali con lo spirito giusto.

ATTACCO, 7

Piccolo è un autentico giocoliere del pallone. Da Viterbo alla gara contro il Foggia, l’esterno offensivo rossazzurro continua a mostrare segnali incoraggianti. Il percorso di ripresa dall’infortunio che lo aveva costretto a rimanere fermo ai box per un pò, prosegue a vele spiegate. Inventa, costruisce, dialoga con i compagni e si rivela determinante negli inserimenti. Come nell’occasione del 2-1, in cui un tocco geniale di Russotto lo manda in porta e lui, con il cinismo dei grandi, fa in tempo a penetrare in area e colpire Fumagalli al momento opportuno. Valore aggiunto per questa squadra. Il già citato Russotto lo abbiamo visto tatticamente disciplinato e anche lui capace di aggiungere qualità ed imprevedibilità al reparto offensivo. Sarao realizza un bell’assist di tacco a beneficio di Dall’Oglio, per il resto si vede poco dalle parti dell’estremo difensore rossonero ma gioca molto per la squadra. A circa mezz’ora dal triplice fischio, dentro Manneh ed il gambiano conferma di attraversare un eccellente stato di forma seminando il panico nella difesa foggiana. Nel finale Reginaldo rileva Sarao ed ha un impatto positivo sulla gara.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***