MIX DI EMOZIONI E SPERANZE: torna il Derby di Sicilia al “Massimino”

0
483
foto Sicilian Football

“Il calcio è la cosa più importante delle cose meno importanti”: così recita una celebre frase di Arrigo Sacchi. Quantificando il livello d’importanza dei più grandi amori del catanese medio (oltre agli affetti personali), invece, al primo posto in assoluto spiccano Sant’Agata ed il Calcio Catania. A prescindere dall’avversario e dalla categoria di appartenenza, qualsiasi tifoso rossazzurro ha sempre avuto un rapporto viscerale con la maglia della propria città, lottando, esultando e soffrendo insieme a coloro che hanno avuto il privilegio di indossarla.

Il peso del blasone, delle aspettative e l’affetto dei tifosi nei confronti della storica matricola 11700 viene enfatizzato ancor di più quando si parla del Derby di Sicilia. D’altronde chi non ha mai provato quello strano mix di ansie e speranze nei giorni che precedono il fischio d’inizio di Catania-Palermo? Chi non ha mai desiderato giocare contro i rosa e segnare un gol sotto la Curva? Emozioni forti nel contesto della “partita dell’anno”, che esula da ogni logica. Sapendo bene che, in caso di vittoria, questo match più di ogni altro può darti lo slancio decisivo per concludere alla grande una stagione.

Il derby di mercoledì racchiude un sè un fascino irripetibile e torna finalmente allo stadio “Angelo Massimino” dopo 8 lunghissimi anni. Allo stesso tempo sarà anche uno dei più tristi in assoluto, a causa dell’assenza forzata del pubblico sugli spalti. L’auspicio è che, sul rettangolo verde, i giocatori di mister Raffaele possano sopperire a questa mancanza mettendo in campo tutta la grinta e la voglia di onorare la prestigiosa maglia rossazzurra. Portando quella gioia e quella felicità nelle case di ogni singolo tifoso etneo per fargli rivivere, anche solo per un momento, gli abbracci, le esultanze e gli sfottò dopo ogni gol di Ciccio Lodi, Lulù Oliveira, Maxi Lopez e Peppe Mascara.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***