TATTICA: Catania, attento alle contromisure degli avversari

0
611

Le ultime tre partite giocate dal Catania hanno rimesso in luce non solo i pregi ma anche i difetti della formazione rossazzurra. A Catanzaro è arrivata una battuta d’arresto dopo un ciclo positivo caratterizzato da quattro vittorie consecutive. Sulle recenti uscite della compagine etnea è possibile comunque trarre alcune osservazioni di natura tattica.

Gli etnei hanno disputato tre gare combattute, avendo di fronte avversari che parzialmente o completamente hanno colto i punti deboli della squadra allenata da Francesco Baldini. La Viterbese è stata superata faticosamente in virtù di una punizione di Dall’Oglio ma nel primo tempo la compagine laziale ha provato a pungere in contropiede trovandosi la strada sbarrata da un ottimo Martinez.

Il Catania di Baldini è una squadra che in campo assume un atteggiamento propositivo, difende alto e costruisce gioco palla a terra peccando di velocità in fase di non possesso e precisione nei passaggi. Si tratta di importanti lacune su cui i competitor di turno approntano contromisure che talvolta si rivelano efficaci. Ne sono la riprova i quattro gol subiti nelle ultime due partite, caratterizzati da errate letture interpretative delle situazioni di gioco avversarie.

Mister Baldini è consapevole che la squadra debba migliorare sotto questo aspetto, lavorando nella direzione di accrescere la solidità difensiva. La scelta di sostituire la coppia centrale Giosa-Claiton con il tandem Tonucci-Silvestri è stata dettata proprio dalla necessità di contenere la rapidità degli attaccanti del Catanzaro seppur con risultati inefficaci alla luce del risultato finale.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***