FUTURO CATANIA: dalla Sigi al Tribunale, i protagonisti della partita dell’extra-campo

0
787

La stagione del Catania si è chiusa lo scorso 9 maggio con l’eliminazione al primo turno dei play-off per mano del Foggia. Archiviato il risultato del campo, i riflettori adesso sono tutti puntati sull’esito della partita dell’extra-campo. Prosegue la corsa contro il tempo da parte della Sigi per assicurare un futuro al club, laddove Joe Tacopina rimane alla finestra in attesa di ulteriori sviluppi. La S.p.A. catanese costituita da 24 soci tra imprenditori e professionisti in questa fase ha il compito non semplice di raggiungere le intese con i creditori istituzionali, ristrutturare i debiti e infine iscrivere la squadra al prossimo campionato.

Per usare una definizione calcistica, “la Sigi deve fare gol” se vuole tentare di portare in salvo 75 anni di calcio alle pendici dell’Etna. Nel frattempo Joe Tacopina “resta in panchina” in attesa degli eventi e i potenziali investitori “stanno assistendo dalla tribuna” alle vicende di queste convulse settimane. Un ruolo di primo piano in questa storia lo hanno senz’altro il Tribunale, l’Agenzia delle Entrate e il Comune di Mascalucia. Il palazzo di giustizia attende la presentazione di un piano di rientro da parte del Catania, mentre proseguono le interlocuzioni tra i suddetti Enti e il club etneo al fine di definire gli accordi transattivi sui debiti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***