L’EDITORIALE DELLA SETTIMANA – Si studiano le soluzioni per dare continuità al Catania, ma il tempo scorre e le scadenze bussano

0
737

A cura di Gianluca Virgillito, Direttore Responsabile della testata Antenna Uno Notizie su Bella Radio Tv e Radio Antenna Uno

Grande tensione e soffocante attesa a segnare i giorni successivi alla chiusura sportiva della stagione 2020/2021 del Calcio Catania. Esattamente come lo scorso anno, seppur con un ritrovato ordine organizzativo, ci si pone il dubbio sul futuro del sodalizio etneo. Questo perché nonostante l’area tecnica della dirigenza (Pellegrino-Guerini) stia cercando di programmare monitorando la situazione contrattuale e di mercato dei propri ragazzi, a tenere banco sono sempre le vicende extracampo. In particolare preoccupano le incombenze di tipo economico che riguardano la chiusura di questa annata e gli adempimenti sempre di natura finanziaria oltre che burocratica per il benestare alla partecipazione della Serie C 2021/2022.

La SIGI, attuale proprietaria del club catanese, studia le soluzioni per garantire la continuità aziendale al Calcio Catania, obiettivo dichiarato anche dopo l’aggiudicazione del bando in sede di procedura fallimentare la scorsa estate. La pista che per mesi ha fatto sognare l’ambiente ha un nome e un cognome d’oltreoceano, nonostante le origini siciliane: Joe Tacopina. Come risaputo nelle ultime settimane i rapporti tra le parti si sono fatti più tesi, la decisione di recedere dal contratto preliminare stipulato nei mesi scorsi per ovvie ragioni ha esasperato il clima di incertezza in città.

A seguito dello scioglimento di quell’accordo, si presenta anche l’opportunità in prospettiva SIGI di provare in extremis altre strade per raggiungere gli obiettivi finanziari imposti. I dubbi sulla gestione delle trattative permangono e non saranno certamente del tutto sciolte dalle controparti, resta pertanto una sola strada e un solo argomento di interesse: la salvezza del Catania. Se questo obiettivo potrà essere raggiunto non è ancora dato saperlo e soltanto gli esiti delle interlocuzioni di questi giorni potranno sciogliere il nodo. Il tempo scorre e le scadenze bussano alla porta.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***