IZCO: il rinnovo cambia nuovamente le gerarchie per la fascia di capitano

0
964

Vista la politica di contenimento dei costi e soprattutto l’opera di ringiovanimento della rosa, è arrivata un po’ a sorpresa la notizia del rinnovo annuale del contratto di Mariano Izco. Dopo la poco esaltante stagione 2020/21 – conclusa leggermente in ripresa dopo l’avvicendamento in panchina – ma il ricordo di una lunga militanza in rossazzurro vissuta da protagonista in Serie A, l’avventura da calciatore del centrocampista di Buenos Aires sembrava avviarsi verso la conclusione. C’era anche la possibilità di lavorare dietro la scrivania, invece Izco non ha appeso gli scarpini al chiodo ritenendosi (ed essendo ritenuto dalla società) ancora utile alla causa Catania.

Il ritorno in campo a Monopoli non è stato dei migliori per il trentottenne argentino, uscito dopo i primi 45’, ma va detto che un pò tutti i rossazzurri hanno offerto una prestazione assai negativa. Ciò che è balzato subito all’occhio in occasione della sfida del “Veneziani” è che con il numero 13 sul rettangolo verde le gerarchie relative alla fascia di capitano siano mutate. L’ha indossata proprio Izco, forte delle sue 258 presenze all’attivo impreziosite da 7 reti e 15 assist (tutti realizzati in massima serie), uno dei calciatori all time più rappresentativi del Calcio Catania dietro solamente a Damiano Morra (320 gare) e Marco Biagianti (284 presenze). Non sorprende, dunque, la scelta di puntare su di lui come capitano della squadra (Luca Calapai vice e Andrea Russotto in alternativa). La speranza e l’obiettivo della dirigenza è che il veterano argentino riesca a trasmettere la passione, l’impegno e l’amore verso la maglia rossazzurra soprattutto agli elementi meno esperti, facendo da chioccia nei confronti dei tanti giovani presenti in squadra.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***