BALDINI: “Non mi pongo limiti. Devo tenere tutti sul pezzo. Bisogna crescere in difesa. Che soddisfazione vedere insieme Greco e Cataldi…”

0
996

Mister Francesco Baldini elogia la prestazione offerta dal Catania contro la Juve Stabia, sconfitta al “Massimino”:

“E’ la prima volta che arrivano due vittorie consecutive. Sono sei punti importanti perchè quando si vince si lavora sempre meglio. I ragazzi dopo l’inizio incerto del campionato avevano perso qualche certezza e convinzione. Sono convinto che con la tranquillità giusta questa squadra può migliorare ancora tanto. Oggi mi ha dato una soddisfazione incredibile vedere i ragazzi festeggiare nello spogliatoio, ne avevano voglia. Abbiamo iniziato la gara con tre 2001 in campo e un ’99. Non era semplice. Io sono molto orgoglioso di questa squadra. La classifica non la guardo neanche ma lavoriamo più tranquillamente, aumentando la convinzione dei propri mezzi e vedendo le cose in maniera diversa, positiva, con il bicchiere mezzo pieno. Sono certo che abbiamo margini di miglioramento“.

“Moro? Ogni mattina che ci incontriamo io do il buongiorno a lui, lui dà il buongiorno a me. Gli dico sempre di non accontentarsi, che non deve cambiare di una virgola. Lui sta facendo gol perchè si è messo completamente a disposizione della squadra in non possesso palla, dà un mano importante quando hanno palla gli avversari, va a rubare il pallone. La squadra si è messa anche a completa disposizione sua e lo aiuta a fare gol. Deve aumentare la fame, la voglia di imporsi ancora di più. La grande soddisfazione mia è quella di avere allenato due ragazzi come Cataldi e Greco da bimbi, nell’Under 17 della Roma, ritrovandoli oggi entrambi titolari. Ho fatto riposare Maldonado perchè aveva fatto tante partite consecutive. Noi non ci possiamo permettere di perdere nessuno di questi ragazzi. Sto facendo ruotare tutti, devo restare concentrato e tenere tutti sul pezzo. Lo hanno capito e remano nella stessa direzione. Ho risparmiato qualche settimana fa Rosaia, oggi non ho inserito tra i titolari sia Provenzano che Maldonado. A 3′ dalla fine mi sono girato verso Claiton chiedendogli se se la sentisse di scendere in campo, non avendo fatto neanche un allenamento in settimana, e mi ha detto di sì. Questo è lo spirito della squadra e mi rende orgoglioso”.

“Difesa discontinua? Perchè giochiamo con un ’99 che ha pochissime partite da professionista ma margini di crescita importanti, Monteagudo è alla settima partita in Italia, Albertini ha giocato la prima da titolare in campionato. Sicuramente la responsabilità è mia, dovrò accelerare questo processo di crescita. Lo facciamo, non ci spaventa lavorare. In fase difensiva dobbiamo insistere sulla lettura della palla coperta e scoperta, sulla lettura della palla quando l’avversario ce la può mettere sopra la linea. Stiamo lavorando tanto, non basta, lavoreremo ancora di più. E poi incontriamo attaccanti forti, bisogna crescere”.

“I ragazzi hanno fatto 20 minuti incredibili. Era logico poi che ci fosse un calo anche perchè mai ci siamo trovati sopra di due reti, a parte quando abbiamo battuto la Fidelis Andria. C’è stata naturalmente una reazione della Juve Stabia. Mi ha stupito e salvo in maniera assoluta il secondo tmepo, come sono entrati in campo i miei giocatori nella ripresa, facendo ottimamente sia in costruzione che in non possesso. Dove possiamo arrivare? Non mi pongo limiti, sono ragazzi che hanno talmente tanti margini di crescita. Devono amalgamarsi bene come gruppo“.

“Mi interessava ritrovare la tranquillità nel lavoro perchè abbiamo cambiato tanto in estate e le sconfitte ci hanno fatto male, ce le siamo portate dietro anche negli allenamenti. Ora i ragazzi cominciano ad avere la consapevolezza di essere sulla strada giusta. Mi è piaciuto l’atteggiamento di Moro, di Russini e di tutti, anche chi è entrato. Se Moro smettesse di giocare come sta facendo diminuirebbero anche i gol, glielo dico tutti i giorni. Se cambiasse di una virgola giocherebbe Sipos. Virtus Francavilla? Ho visto ieri sera la partita con l’Avellino, il loro allenatore è un amico che ha giocato con me a Perugia, lo stimo molto e fa giocare bene la squadra. Ci facciamo questo giorno di riposo, stacchiamo un attimo la spina e prepareremo la partita che non sarà assolutamente semplice“.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.